La «pizzica» e la musica del Salento per due giorni al Mura Festival

.
Due danzatori di «pizzica»
Due danzatori di «pizzica»
Due danzatori di «pizzica»
Due danzatori di «pizzica»

Il gruppo «Salento Ensemble» porta la pizzica live tutta da ascoltare e ballare al Bastione di San Bernardino stasera (sabato 12 giugno) alle 21 per la rassegna Mura Festival. Si prevede un concerto esplosivo a cura del gruppo di giovani artisti provenienti dalla subregione pugliese, accomunati dalla passione per la musica popolare e l'antica danza della penisola del Salento i cui colori incontreranno il pubblico in una vera "festa a ballo" all'insegna della spontaneità. Il repertorio dei musicisti e delle cantanti prevede una ricca antologia di brani caratteristici: stornelli salentini, canti “alla stisa” derivanti dal patrimonio musico culturale ereditato dagli anziani cantori salentini. Senza contaminazioni i pezzi proposti sono genuini, voce diretta di un popolo che nella forza della musica e della tradizione fonda il suo percorso di ricerca delle radici.

Il concerto fa parte di una non stop dedicata al Salento che prosegue anche domani organizzata dell’Associazione socioculturale Gli Amici del Salento di Verona.

 

Il programma si apre con «Terra Ballerina», un workshop di pizzica a cura di Franca Tarantino, psicoterapeuta, danzamovimentoterapeuta, ricercatrice e studiosa di danze tradizionali dell'Italia meridionale, oggi alle 16.30 e domani alle 10, dove sarà possibile scoprire le origini di questa danza e provare in prima persona i passi. Franca Tarantino è anche autrice del libro “Il ballo della Pizzica Pizzica” che presenterà al pubblico domani alle 16.30 sul palco di Casa Erriquez.

 

Domani mattina «Acqua e farina: mani in pasta con Agata», un laboratorio di pasta fresca in cui sarà possibile sporcarsi le mani e realizzare orecchiette, sagne ncannulate e maccarruni scoprendo i segreti delle pastaie salentine. In tutto il fine settimana stand gastronomici con prodotti tipici.

 

Michela Pezzani

Suggerimenti