<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=336576148106696&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
Il concerto

Grazie alle note dell'Orchestra Mosaika, i primi duemila euro per far nascere una banda in Guinea Bissau

L'Orchestra Mosaika durante il concerto al lazzaretto (foto Pezzani)
L'Orchestra Mosaika durante il concerto al lazzaretto (foto Pezzani)
L'Orchestra Mosaika al Lazzaretto (video Noro)

Il pubblico ha risposto con entusiasmo all'appello dell'Orchestra Mosaika diretta da Marco Pasetto, che ha tenuto un concerto a scopo benefico al Lazzaretto per raccogliere fondi destinati alla Guinea Bissau. Alla serata sold out, che prevedeva una cena a base di risotto preparata dall'associazione Amici del Lazzaretto prima dell'inizio dello spettacolo, sono stati raccolti duemila euro che andranno al progetto "Un'orchestra per Bissau": l'obiettivo è raccogliere fondi, strumenti musicali, materiale inerente lo studio della musica, per dare la possibilità ai giovani di quel Paese di poter contare su una scuola di musica e formare una banda sotto la guida di insegnanti del posto.

L'iniziativa prosegue e l'Orchestra Mosaika, formata da musicisti di varie culture, si rivolge ai cittadini di Verona affinché possano contribuire a questo obiettivo di grande valore sociale. Nel corso del concerto sono stati eseguiti i brani dell'ultimo cd realizzato da Mosaika dal titolo "Vite", che raccoglie esperienze di quotidianità e storie di persone, luoghi, usi e costumi di svariati paesi del mondo.

"Con le offerte che invitiamo la gente a continuare a fare, compreremo i classici strumenti che compongono un banda - precisa Pasetto- strumenti a corda come chitarre, violini, violoncelli, bassi, degli ottoni come trombe, tromboni, bassi, flicorni ,fiati quali clarinetti, sassofoni e percussioni, dai tamburi, ai piatti, alle batterie, e tutto ciò che può arricchire la scuola (fisarmoniche, zampogne, cornamuse, organi, tastiere...). Siamo grati inoltre a chi li ha e vorrà venderli a prezzi economici".

Per contatti: Denise Giannone, responsabile raccolta strumenti (denisegiannone@gmail.com, tel 3806479874).

Michela Pezzani

Suggerimenti