Agli Angeli

Gli studenti celebrano il Divin Poeta in danza e musica

Dantedì agli Angeli (video Saglimbeni)

La Divina Commedia è Parola, ma anche Danza e Canto. Una sintesi che gli studenti dell’Educandato Agli Angeli hanno espresso a meraviglia nella performance “Il Divino Anfiteatro”, andata in scena questa mattina presso il teatro-parco della scuola, dove una cinquantina di ragazzi e ragazze rappresentanti i diversi licei dell’istituto hanno omaggiato il Sommo Poeta, diretti da Alessandro Anderloni per la parte recitativa, da Silvia Bertoncelli per le coreografie e da Raffaella Benetti per gli interventi corali.

In due repliche da mezz’ora ciascuna, scandite da endecasillabi e terzine attinte dalle tre cantiche ed esposti rigorosamente a memoria, episodi coreutici e brani cantati, i giovani artisti hanno restituito al pubblico presente (per ragioni di sicurezza sanitaria ancora circoscritto ad alunni, genitori e  corpo docente) tutta la magnificenza, multidisciplinarietà e potenzialità espressiva del poema dantesco, andando a celebrare, sia pur al cospetto di pochi, quel Dantedì cui lo scorso 25 marzo, a causa della pandemia, non avevano potuto dare corso. Il tutto simbolicamente in concomitanza con  l’inizio ufficiale del nuovo anno scolastico.

Momento ideale per esprimere un segnale di ripresa, dando spazio  «a qualcosa che fosse più di una riflessione scolastica», come ha ribadito il dirigente scolastico Mario Bonini, «quindi a un’attività di tipo laboratoriale e teatrale, che mettesse in gioco tutte le competenze maturate dai nostri ragazzi».

 

Dantedì agli Angeli (foto Saglimbeni)

 

Oltre alla rappresentazione a cielo aperto, infatti, i ragazzi hanno presentato le opere, sempre di ispirazione dantesca, uscite dai laboratori condotti dagli insegnanti dei dipartimenti di lettere, storia dell’arte e matematica, ospitate nelle postazioni permanenti allestite nell’atrio della scuola: “Giotto” (immagini realizzate durante la pratica di affresco), “La forma dell’Inferno” (riproduzioni grafiche dell’oltremondo dantesco), “Vizi e Virtù nella Commedia”, “Iconografia del poema dantesco” (che ha coinvolto anche nuclei delle medie)

Francesca Saglimbeni