<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=336576148106696&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
Il 9 e 10 luglio

Ludovico Einaudi torna in Arena e raddoppia: sold out la prima data, si aggiunge un secondo concerto

Insieme ad Einaudi al pianoforte, suoneranno Federico Mecozzi, violino e viola, Redi Hasa, violoncello e violoncello elettrico, Rocco Nigro, fisarmonica ,Alberto Fabris, basso elettrico e bassosynth, Sebastiano De Gennaro, percussioni, Gianluca Mancini, live electronics e il polistrumentista Francesco Arcuri.
Einaudi torna in Arena
Einaudi torna in Arena
Einaudi torna in Arena
Einaudi torna in Arena

Ludovico Einaudi torna all’Arena di Verona dopo 10 anni e raddoppia. La data annunciata un mese fa del 10 luglio è andata infatti sold out in pochissimi giorni, così si «corre ai ripari» con un secondo concerto programmato per il giorno precedente all'anfiteatro romano: anche il 9 luglio il compositore sarà quindi in Arena per festeggiare il decennio di In A Time Lapse.

Quest’estate in Italia Ludovico Einaudi suonerà anche:

  • all’Anfiteatro degli Scavi di Pompei di Napoli il 12 luglio, 
  • all’Auditorium Parco della Musica Ennio Morricone di Roma il 13 e il 14 luglio 
  • allo Stresa Festival Hall, il 17 luglio.

Sta inoltre prendendo forma un tour nei grandi teatri antichi come quelli di Vienne e Carcassonne.

Biglietti disponibili da oggi su ticketone e su ticketmaster

***

Festa per i 10 anni di In A Time Lapse

24 GENNAIO. A dieci anni dal memorabile concerto dell’estate 2014 e a poco più di dieci dall’uscita di uno dei suoi album più significativi e amati, Ludovico Einaudi torna all’Arena di Verona, il 10 luglio 2024, sulle tracce di  In A Time Lapse per immaginarle in una nuova maniera con un nuovo organico strumentale.

Dice il compositore: «Ho pensato a In A Time Lapse un po’ per il decennale appena festeggiato e un po’ perché credo sia un progetto ancora molto attuale, con diversi brani divenuti dei miei classici, come Experience, che suono spesso. A seconda dell’organico con cui scelgo di suonare, lo ricucio e lo reinvento ogni volta». “

Insieme ad Einaudi al pianoforte, suoneranno Federico Mecozzi, violino e viola, Redi Hasa, violoncello e violoncello elettrico, Rocco Nigro, fisarmonica ,Alberto Fabris, basso elettrico e bassosynth, Sebastiano De Gennaro, percussioni, Gianluca Mancini, live electronics e il polistrumentista Francesco Arcuri.

Il 2024 comincia bene per Ludovico Einaudi con tre concerti in gennaio all’Opera House di Dubai, a Hegra in Arabia Saudita e all’Esplanade di Singapore. Da qui poi si muoverà in Australia a febbraio con una residenza di cinque concerti esauriti alla Sydney Opera House, tre al Perth Festivale alla Myer Music Bowl di Melbourne.

L'anno appena concluso è stato ancora una volta degno di nota, con tour sold out nei grandi teatri del Sudamerica (Brasile, Argentina, Colombia, Costa Rica, Messico), e nelle grandi arene d’Europa (Ungheria, Austria, Slovenia, Repubblica Ceca, Francia, Belgio, Svizzera) e Regno Unito.

Nel primo autunno ancora un tour in Asia Minore e in Asia Centrale, dalla Turchia al Kazakhstan all’Uzbekistan alla Georgia, culminato con lo straordinario concerto di piano solo in piazza Registan a Samarcanda.

Leggi anche
Einaudi, la geometria al servizio delle emozioni

Suggerimenti