Iniziativa «pilota»

Arte e convivialità, il Teatro Ristori si trasforma: quattro cene-spettacolo

Presentata stamattina l'iniziativa che prevede quattro serate di Gala a tema: dal tango al musical, dal gospel alla classica
Presentate le quattro cene-spettacolo al Teatro Ristori
Presentate le quattro cene-spettacolo al Teatro Ristori
Presentate le quattro cene-spettacolo al Teatro Ristori
Presentate le quattro cene-spettacolo al Teatro Ristori

Arte e convivialità, il Teatro Ristori di Verona inaugura l'iniziativa «Serate di Gala», quatto cene-spettacolo a tema, novità assoluta nella Stagione artistica 2022/2023.

Il programma è stato presentato questa mattina al Teatro Ristori con il presidente di Fondazione Cariverona, Alessandro Mazzucco, che ha sottolineato il forte impulso innovativo delle nuove progettualità culturali intraprese dal Teatro Ristori; il direttore artistico, il Maestro Alberto Martini, che si è soffermato sulla spiegazione del format delle serate. A chiudere, con un affondo sui nuovi bandi lanciati dal Teatro Ristori, l’intervento del Direttore Generale di Fondazione Cariverona, Filippo Manfredi.

Il format tra arte ed enogastronomia

Dal tango al musical, dal gospel alla classica. Quattro serate in cui gli spazi del Teatro verranno completamente rimodulati per far vivere al pubblico un’esperienza unica ed immersiva con un equilibrato abbinamento di spettacolo, arte ed enogastronomia.

«Il format delle serate di gala è una proposta innovativa, un’iniziativa “pilota” - la sottolineatura del Direttore Artistico, Alberto Martini - che risponde a quella vocazione di ricerca e multidisciplinarietà, anche “contro corrente”, che da sempre contraddistingue l’offerta artistica del nostro teatro. Una formula che pochi teatri ad oggi hanno percorso nella modalità con cui noi la proponiamo: con una “durata” mensile e in occasione delle festività natalizie. Teniamo molto a questa iniziativa che è capace di fare sintesi tra un’offerta artistica di prestigio e una dimensione conviviale altrettanto raffinata che riporta la città in un’atmosfera di festa e vicinanza reciproca».

 Assolutamente innovativo, il format delle Serate di Gala sfrutta appieno la modularità strutturale del teatro, valorizzandone una volta di più gli spazi e il contesto, nonché la posizione nel cuore di una Verona natalizia. La platea diventerà un’accogliente sala conviviale per 220 ospiti, disposti in tavoli circolari appositamente posizionati in modo da far apprezzare l’evento artistico e la cena, in un equilibrato intercalare di spettacolo e degustazione.

Il programma e gli artisti

In linea con la multidisciplinarietà che da sempre contraddistingue la proposta artistica del Teatro Ristori, anche le quattro serate a tema hanno voluto offrire un ventaglio variegato per rispondere al meglio alla sensibilità e alle passioni del pubblico.

Venerdì 2 dicembre, alle 20 cena-spettacolo a passo di tango e atmosfera argentina con “Noches de Buenos Aires”: Miguel Angel Zotto, icona del tango nel mondo, e Daiana Guspero della Compagnia Tango X 2, una delle coppie di riferimento per il tango a livello internazionale, danzeranno sulle note dell’ensemble Tango Spleen. Si tratta infatti, l’unica compagnia di tango ad oggi riconosciuta a livello mondiale, marchio di garanzia e professionalità, per la quale Miguel A. Zotto ha creato e coreografato, sempre accompagnato dalle migliori formazioni musicali, numerose produzioni con cui si è esibito in Canada, Stati Uniti, America Latina, Europa e Giappone.

Venerdì 16 dicembre alle 20 sarà la voce cristallina, intensa, eclettica e suggestiva di Antonella Ruggero, tra le regine più raffinate della musica italiana, ad animare la serata “Broadway Night” in cui sarà accompagnata da Roberto Olzer al pianoforte e organo liturgico, da Roberto Colombo, vocoder e synth basso e da Carlo Cantini al violino. Spaziando dalla musica sacra al jazz, Antonella Ruggiero negli anni ha mostrato la sua curiosità sperimentando diverse forme sonore e artistiche, “toccando” la musica ebraica, portoghese, orientale e della tradizione popolare.

Da anni affronta in concerto i più bei temi tratti dal musical di Broadway. Nell’aprile di quest’anno è uscita la nuova raccolta di 18 brani dal titolo “Come l’aria che si rinnova”, in cui Antonella Ruggiero ha selezionato canzoni scritte per lei dal 1996 a oggi, con arrangiamenti rielaborati per l’occasione, dando grande risalto alla tessitura di archi e alla specificità dei mondi sonori.

Venerdì 21 dicembre ore 20, atmosfera sempre più natalizia per la serata “Gospel Night” con i “colori” e le voci intense di Sjuwana & The Ladies of Alabama che ci trasportano in un’altra epoca, quella dei gruppi anni ’50 come i The Caravans e le famose Davis Sisters. Dalla voce tradizionale, radicata, grintosa, Sjuwana & The Ladies of Alabama è espressione di una cultura che affonda le radici nel profondo sud del paese, patria di migliaia di artisti gospel che, di comunità in comunità, diffondono la buona vecchia musica gospel.  Nata e cresciuta in un ambiente religioso, Sjuwana forma il suo gruppo nel 1992 a Cincinnati. Oggi, è composto principalmente da membri della famiglia che con talento coprono tutte le basi dell'esibizione sul palco.

Dall’Alabama al mondo: nel corso degli anni, il gruppo ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti: dal Best New Artist of the Year (1998), all'American Gospel Festival di Birmingham, Alabama, Best Artist Award (2006); dalla Ester Wooten Gospel Quartet Convention e Best Gospel Quartet (2010), agli "I Hear Music Awards." Si sono esibite negli Stati Uniti, in Italia, Spagna, Germania e Francia.

Venerdì 31 dicembre ore 20, balletto viennese per la serata più magica dell’anno con il Gala di Capodanno - Serata di Gala a Vienna: “An Evening with The Stars of Ballet”. In prima assoluta, alcune coreografie dei capolavori del repertorio classico - II Lago dei Cigni, Carmen, Giselle, Harlequinade - si uniscono a quelle più contemporanee create appositamente per questo progetto che nasce dalla collaborazione tra Mauro Giannelli e Light Can Dance Produzioni, storici distributori e produttori del più noti eventi di danza in Italia e all'estero e Antonio Desiderio, manager di lirica e balletto, rappresentante di importanti nomi della danza internazionale e fondatore della Compagnia "Roma Capital Ballet”. Con loro, maître du Ballet, Sabrina Bosco, figura di spicco della danza italiana che rende onore al nostro Paese e alla grande arte che ci contraddistingue.

A tavola con partner pregiati

La proposta enogastronomica, che prevede menù differenziati per serata, è realizzata grazie alla collaborazione con i pregiati brand del settore Burro e Salvia e Chef Party, specializzati nella proposta di eventi culinari unici con allestimenti esclusivi ed originali.

Per la serata del 21 dicembre è in programma una degustazione di vini selezionati dell’azienda agricola Costa Arente del Gruppo Le Tenute del Leone Alato.


Prenotazioni. Il biglietto, comprensivo di cena e spettacolo, è di 99 euro per i primi tre appuntamenti e di 190 euro per la Serata di Gala di San Silvestro. Dal sito teatroristori.org sarà possibile prenotare la propria serata indicando la data e il numero di biglietti richiesti, per un massimo di 10 persone. Sarà la Biglietteria a confermare la prenotazione dando tutte le informazioni utili.