Stasera alle 20

Tutto Bach per il concerto del clavicembalista Giulio De Nardo al Ristori

.
Il clavicembalista Giulio De Nardo
Il clavicembalista Giulio De Nardo
Il clavicembalista Giulio De Nardo
Il clavicembalista Giulio De Nardo

Quarto e conclusivo appuntamento al Teatro Ristori stasera, martedì 11 gennaio, alle 20 con la nuova rassegna La Camera delle Meraviglie, dedicata all’inclusione delle giovani eccellenze. Protagonista il giovane clavicembalista Giulio De Nardo, vincitore del primo premio del concorso internazionale d’organo di Sion nel 2019.

Il programma della serata sarà interamente dedicato a Johann Sebastian Bach: Fantasia e fuga BWV 904, Partita n. 3 BWV 827 e due tra le sue geniali trascrizioni da concerti di Alessandro Marcello e Antonio Vivaldi.

La Camera delle Meraviglie un progetto che nasce con l’obiettivo di favorire l’inclusione in modo attivo dei giovani, attraverso la cultura e l’arte, nelle rassegne Barocca e Concertistica del Teatro Ristori, inserendo delle giovani eccellenze in un cartellone che si è conquistato un posto di rilievo in ambito nazionale.

Giulio De Nardo nasce a Treviso nel 1994 e riceve le sue prime lezioni di organo e pianoforte nella sua città natale. Successivamente frequenta la classe di organo di Roberto Antonello al Conservatorio di Musica “Arrigo Pedrollo” di Vicenza dove, nel autunno del 2016, ottiene il diploma accademico di primo livello. Si trasferisce a Basilea dove viene ammesso alla Schola Cantorum Basiliensis e continua così lo studio dell’organo nella classe di Tobias Lindner. Contemporaneamente prosegue, nello stesso istituto, anche lo studio del clavicembalo sotto la guida di Francesco Corti. Nella primavera del 2018, conclude brillantemente il Master in organo e viene ammesso nella classe di Andrea Marcon per un secondo Master specialistico in clavicembalo, percorso che ha terminato con distinzione nell’estate 2020. Nel marzo 2019 gli viene assegnato il secondo premio al concorso internazionale di clavicembalo “Gianni Gambi” di Pesaro e nell’agosto dello stesso anno vince il primo premio e il premio del pubblico al concorso internazionale d’organo tenutosi nella basilica di Valère a Sion. Svolge regolarmente attività concertistica in Italia e all’estero..