<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=336576148106696&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
Dal 22 al 25 maggio

Torna il Valpolicella Film festival tra viaggi ed esplorazioni in terre lontane

di Camilla Madinelli
dal 22 al 25 maggio nella sala BeCinema di Arbizzano, la terza edizione del "Valpolicella Film Festival" dedicato a pellicole, registi e autori che parlano di viaggio, esplorazione e terre lontane.
Valpolicella Film Festival, la presentazione
Valpolicella Film Festival, la presentazione
Valpolicella Film Festival (Madinelli)

Al via la prossima settimana, dal 22 al 25 maggio nella sala BeCinema di Arbizzano, la terza edizione del "Valpolicella Film Festival" dedicato a pellicole, registi e autori che parlano di viaggio, esplorazione e terre lontane.

Un'edizione con molte novità, presentata nel municipio di Negrar di Valpolicella e organizzata da MyPlanet 2050 nell'ambito del progetto "Verona Green Movie Land" con la direzione artistica di Alessandro Anderloni e in collaborazione con molti partner e l'assessorato alla cultura del Comune di Negrar.

«Per la prima volta quest'anno la rassegna coinvolge il Museo del cinema di San Pietro in Cariano, dove sono previste visite guidate, omaggia Marco Polo nei 700 anni dalla sua morte e prevede la "Piazza del Festival" come luogo per stare insieme, mangiare, dialogare e ritrovarsi», spiega il presidente di MyPlanet 2050, Renato Cremonesi. Le proposte, di alta qualità, tutte sul tema del viaggio e della scoperta ma da diverse angolazioni, sono state selezionate da Anderloni nei maggiori festival cinematografici internazionali. Con un occhio di riguardo verso l'ambiente, le sue trasformazioni, il futuro.

 

Qualità 

«C'è bisogno di qualità», afferma Anderloni, «e questa iniziativa offre l'opportunità a bambini, ragazzi e adulti di vedere produzioni che aprono lo sguardo, stimolano il pensiero, fanno venire voglia di viaggiare sulle orme di Salgari». Alla presentazione erano presenti inoltre il sindaco e l'assessore alla cultura di Negrar, Roberto Grison e Camilla Coeli, rappresentanti delle numerose associazioni e degli enti partner dell'iniziativa. Programma del "Valpolicella Film Festival" in allegato.

Come da formula collaudata, poi, anche quest'anno la rassegna proporrà al mattino proiezioni di film d'animazione agli alunni delle scuole primarie e medie del territorio, con delle chicche scovate dal direttore artistico che altrimenti non sarebbero visibili su altri canali cinematografici o televisivi.

 

 

Suggerimenti