A Legnago

«Notti al museo», apre l’attrice Ippolita Baldini

Ippolita Baldini
Ippolita Baldini
Ippolita Baldini
Ippolita Baldini

Una rassegna, con interpreti affermati, ma allo stesso tempo leggera e divertente. E’ questo lo spirito di “Notti al museo”, che nell’ambito del cartellone “Estate al Fioroni”, proposto dall’omonima Fondazione sotto il coordinamento del direttore Federico Melotto, prenderà il via stasera, alle 21.30, nel cortile del Centro ambientale archeologico a Legnago. La proposta è curata dall’attore e drammaturgo di origini legnaghesi Francesco Brandi, noto non solo in teatro, ma anche come interprete di diverse pellicole firmate da Nanni Moretti, Ettore Scola, Paolo Virzì, Massimo Venier, Carlo Mazzacurati, Leonardo Pieraccioni ed altri importanti nomi del cinema italiano.

Ad inaugurare “Notti al museo” sarà l’attrice milanese Ippolita Baldini, già apprezzata dagli spettatori per le sue esilaranti partecipazioni ai laboratori di Zelig e a Colorado, che porterà in scena il suo monologo “Io, Roberta Ippolita Lucia”. La collaborazione per la drammaturgia è di Emanuele Aldrovandi, mentre aiuto regia è Marco Silvestri. Alle prese con i suoi tre nomi , che corrispondono anche ad altrettante personalità, e con una mamma marchesa, Baldini in questo suo lavoro è “alla ricerca del suo centro di gravità, lavora come attrice, cerca l’uomo della sua vita, magari anche tra gli spettatori, non si sa mai”. Uno spettacolo per mettersi a nudo, “ senza paura, raccontando di sé, quindi di noi”. Diplomata all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio d’Amico, dal 2009 l'attrice lavora stabilmente per progetti teatrali e cinematografici. Nel 2015, la svolta nell’arte comica. Entra a far parte del laboratorio di Zelig, dove evidenzia fin da subito le sue doti da cabarettista, sviluppate successivamente anche sul palco di Colorado. Tra i suoi personaggi più apprezzati, Lucia Agazzi – detta “la Lucy” - una milanese single in cerca d’amore. L’ingresso alla serata è libero. 

E.P.