Stasera al teatro di Asparetto

Laura Facci e i grandi cantautori «per gioco, per noia, per passione, canzoni di elegante sensualità»

.
La cantante Laura Facci
La cantante Laura Facci
La cantante Laura Facci
La cantante Laura Facci

Si tratta probabilmente dell’appuntamento più atteso. Sarà infatti lo spettacolo «Per gioco, per noia, per passione, canzoni di elegante sensualità» con protagonista la cantante veronese Laura Facci ad animare stasera, martedì 18 gennaio, alle 21 il Teatro di Asparetto nell’ambito della rassegna “Canzoni d’autore per voci di donna!”. Con lei sul palco una formazione tutta di alto livello, con Claudio Moro alla chitarra e Luca Pighi alle percussioni. E, come di consueto, la voce recitante di Enrico de Angelis che presenterà il programma.

Laura Facci, nel repertorio di stasera e ancora più nel corso della sua ormai corposa esperienza soprattutto dal vivo, gode di fulgida stima tanto più dai suoi colleghi di mestiere, che la lodano come poche altre. Ascolteremo dunque canzoni accomunate dalla sensualità, di diversa natura, genere, provenienza, geografica, culturale, proprio con l’idea di smentire uniformità o banalità di espressione a seconda se si tratti di autori maschili o femminili. Dipende dai temi e dai toni scelti, dice Laura sulle sue preferenze.

Nella scaletta prevista, leggiamo brani diffusi (chi più chi meno) da Franco Battiato, Fred Buscaglione, Gino Paoli, Fabrizio De André, Mario Castelnuovo, Ivano Fossati, Giorgio Conte, Piero Ciampi, Bertolt Brecht e Kurt Welll, Francesco De Gregori e Antonello Venditti, Nanni Svampa e Georges Brassens, Léo Ferré, Giorgio Gaber, Roberto Vecchioni, ancora Dé André e Ivano Fossati. La Facci è stilisticamente molto coraggiosa, duttile, imprevedibile. Dalla canzone d’autore al jazz, dal pop alla classica…senza barriere aprioristiche. Il suo canto comprende un uso studiato dei movimenti della bocca, del corpo, dello sguardo.

Biglietto d’ingresso a 5 euro, ingresso al teatro con Green Pass.

Beppe Montresor