Stasera e domani

«L'uomo che piantava gli alberi» è Michele Vigilante al Modus

Un'immagine dello spettacolo
Un'immagine dello spettacolo
Un'immagine dello spettacolo
Un'immagine dello spettacolo

Torna, a grande richiesta, lo spettacolo "L'uomo che piantava gli alberi", dal libro di Jean Giono, in scena al Teatro Modus stasera (15 gennaio) alle ore 21 e domani (16 gennaio) alle ore 18. L'interprete del reading, sul tema della rinascita e della natura che tutto crea e nulla distrugge, è l'attore Michele Vigilante, narratore della storia ecologica accompagnata dal vivo dal musicista Antonio Canteri.

Dalla pagina di un meraviglioso libro poetico prende forma un lavoro intenso che coglie con sensibilità il messaggio di Madre Natura amplificato dalle sonorità e dalle rumoristiche evocative di suggestive atmosfere selvatiche e liriche eseguite dal vivo, inframezzate dai versi di Mariangela Gualtieri. "Si tratta di una fiaba moderna, sul filo di un incontro inconsueto tra un solitario pastore e un giovane uomo di città" spiega Vigilante.

Scritta nel 1953, dopo la distruzione materiale e spirituale dell’Europa della seconda guerra mondiale, questa storia fatta di silenzi e atmosfere rappresenta la metafora della possibilità di rigenerare prosperità dopo la desolazione. La prenotazione è obbligatoria su modusverona.it.

Michela Pezzani