L'appuntamento

Il paesaggio della Valpolicella (e il suo futuro): incontro online

Una veduta della Valpolicella
Una veduta della Valpolicella

Come e perché le colline terrazzate della Valpolicella Classica sono candidate per entrare a far parte del Registro nazionale dei paesaggi rurali storici, delle pratiche agricole e delle conoscenze tradizionali? La risposta, insieme a tanti altri approfondimenti sul valore del paesaggio dal punto di vista ambientale e pure economico, è affidata stasera alle 18 all’incontro on line organizzato da Cantina Valpolicella Negrar, dal dipartimento di Economia aziendale dell’Università di Verona, dai Comuni di Negrar, Fumane, Marano, San Pietro in Cariano e Sant’Ambrogio. Sono ad oggi due i territori vitati veneti, Soave e Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore, già iscritti al Registro nazionale dei paesaggi rurali storici. Sono un’ottantina, Valpolicella compresa, quelli candidati all’iscrizione che hanno inoltrato al Ministero la scheda di segnalazione. L’incontro inizia alle 18, è gratuito e si svolge sulla piattaforma Zoom al link https://zoom.us/j/93438983429?pwd=VVdMaFMzSGJDTGovYlkzVjc1Yk5Tdz09.

Info: cell. 345 8663048.

 

Dopo il benvenuto del presidente di Cantina Valpolicella Negrar, Renzo Bighignoli, interverranno Mauro Agnoletti (professore al dipartimento Scienze e tecnologie agrarie, alimentari, ambientali e forestali dell’università di Firenze), Viviana Ferrario (geografa e professore all’Università Iuav di Venezia) e l’architetto Andrea Turato (Patchworkstudio di Padova), Roberta Capitello (professore del dipartimento di Economia aziendale dell’università di Verona), Diego Tomasi (primo ricercatore al Centro di ricerca per la viticoltura e l’enologia di Conegliano), Aldo Lorenzoni (direttore del Consorzio Tutela Vini Soave). L’approfondimento digitale sarà moderato dal direttore di Wine Meridian Fabio Piccoli.

Camilla Madinelli