Oggi alle 18,45

«Gli Alberi restano - restiamo Umani», il teatro che racconta l'ambiente e la violenza

Spettacolo del laboratorio Bagliori 2022
Una scena di «Gli Alberi restano - restiamo Umani»
Una scena di «Gli Alberi restano - restiamo Umani»
Una scena di «Gli Alberi restano - restiamo Umani»
Una scena di «Gli Alberi restano - restiamo Umani»

Va in scena oggi (19 giugno) alle 18.45 al Teatro San Giovanni Calabria (via San Zeno in Monte 23) «Gli Alberi restano - restiamo Umani» che conclude il laboratorio teatrale Bagliori 2022 condotto da Renato Perina.

Apologo che intreccia temi quali l’ambiente, la violenza, la degenerazione politico culturale, le forme di distopia e smarrimento contemporanee, «Gli Alberi restano - restiamo Umani» vede protagonisti Giannina Zeggiotto, Marlis Bordato, Sandra Botto, Aaron Brancaleoni, Stefano Donini, Pino Guglielmo, Anastasia Rossato, Marina, Speri. Collaborazione di Lara Perbellini. La messa in scena è di Renato Perina. Prezioso l’apporto dei testi di Eugenio Turri, grande geografo, scrittore e viaggiatore veronese scomparso nel 2005, e tratti dal suo «Diario di un geografo» (edizioni Cierre, Verona 2015) e grazie a Lucia Turri e al Centro di Cultura e Spiritualità Calabriana.

Ingresso libero e su prenotazione, scrivere a bagliori.info@gmail.com