Debutto a Santa Maria in Organo

«Duparùn» di Estravagario Teatro: le diverse facce della verità

L'Estravagario Teatro stasera a Santa Maria in Organo
L'Estravagario Teatro stasera a Santa Maria in Organo
L'Estravagario Teatro stasera a Santa Maria in Organo
L'Estravagario Teatro stasera a Santa Maria in Organo

C'è attesa per il nuovo spettacolo della compagnia Estravagario Teatro diretta da Alberto Bronzato che debutta stasera in «Duparùn» al Chiostro di Santa Maria in Organo alle 21 fino al 15 agosto per la rassegna Teatro nei cortili organizzata dal Comune di Verona. Si tratta della rilettura con libero adattamento di un classico di Carlo Goldoni, ovvero o Il servitore di due padroni, e l'Arlecchino.

Gianni moderno protagonista si muove in un contesto contemporaneo che si basa sull'arte di sopravvivere. Fa due lavori allo stesso tempo senza farsi scoprire l'uomo, alle prese con la necessità di mettere qualcosa in pancia anche imbrogliando, poiché la dura legge della vita non gli dà altra scelta. Suo malgrado però Arlecchino viene coinvolto in un'altra messinscena e dovrà vedersela con la verità che ha più facce. Comica e incalzante la commedia si fa forte dell'improvvisazione degli attori e della regia eclettica di Alberto Bronzato, che spiega: «Il genere è quello della stand-up comedy, ossia lo show umoristico nel quale il protagonista interagisce col pubblico e instaura una complicità».

Michela Pezzani