Debutta in casa, ad Arbizzano, il nuovo spettacolo del Gavetin: «Fermata Tavernele»

Debutta in casa, ad Arbizzano, il nuovo spettacolo del Gavetin: «Fermata Tavernele»
Debutta in casa, ad Arbizzano, il nuovo spettacolo del Gavetin: «Fermata Tavernele»
Debutta in casa, ad Arbizzano, il nuovo spettacolo del Gavetin: «Fermata Tavernele»
Debutta in casa, ad Arbizzano, il nuovo spettacolo del Gavetin: «Fermata Tavernele»

Stasera, sabato 18 giugno, debutta “in casa” la compagnia teatrale “El Gavetin” di Negrar di Valpolicella. Nel parco di Villa Albertini, alle 21, presenta la commedia brillante “Fermata Tavernele” con testo e regia di Franco Antolini. Dopo la prima assoluta a San Pietro in Cariano, nel teatro don Mazza, un paio di mesi fa, gli attori capitanati da Antolini sono pronti a calcare il palcoscenico negrarese e ha far ridere il pubblico con la storia del capostazione Giacometo in servizio a Tavernele, lungo una linea ferroviaria dispersa nella nebbia della pianura Padana. Lì è stato esiliato dopo aver causato un incidente tra due treni merci e lì vive con la moglie Olga, la suocera Pia e la figlia Agnese nella casa cantoniera che funge da ufficio e da dimora della famiglia. Giacometo, però, non vede l’ora di liberarsi delle donne e trasferirsi al sud in una stazione secondaria. Ci riuscirà?

Il biglietto costa 8 euro, ingresso gratuito per bambini e ragazzi under 12. Prenotazioni al numero 340 7310922. Lo spettacolo replica domani, domenica 19 giugno, e lunedì 20 sempre alle 21 nel parco della villa comunale di Arbizzano. L’appuntamento teatrale fa parte della rassegna “Negrar d’Estate 2022”, promossa dall’assessorato a cultura e manifestazioni del Comune di Negrar di Valpolicella, guidato da Camilla Coeli, insieme a compagnie e associazioni del territorio. 

Camilla Madinelli