L'evento

Al Mura Festival c'è Dante Conntection

Dante Alighieri, la statua guarda i palazzi degli Scaligeri
Dante Alighieri, la statua guarda i palazzi degli Scaligeri

Pronti a connettervi con Dante?

Al Mura Festival c'è il Dante Connection (Inferno, Purgatorio, Paradiso), tre serate all'insegna della parola dantesca, proposte da Casa Shakeaspeare, con l’obiettivo di riscoprire il Sommo Poeta come uno “stretto contemporaneo”. Il format sarà lo stesso per tutti e tre gli appuntamenti, al via oggi 24 settembre, alle 19, con la prima cantica della Commedia, ovvero l’Inferno (il 1 ottobre toccherà al Purgatorio, il 4 ottobre al Paradiso), e cioè un "concerto di voci" per 6 attori al leggio e una danzatrice. Che su testi e drammaturgia firmati da Andrea de Manincor inviteranno a connettersi non solo con il serpentone narrativo, tortuoso, erto e irto di pericoli quale è la Divina Commedia, ma anche con la connessione di lingue emergenti dalla sperimentazione di alcune traduzioni (dall’inglese, spagnolo e tedesco).

Il tentativo è riprodurre i versi danteschi anche in idiomi diversi dalla consueta “vulgare eloquentia” del toscano. La performance, diretta da Solimano Pontarollo, vedrà in scena Anna Benico, Giulia Cailotto, Sabrina Modenini, Giulia Roversi (altresì autrice dei movimenti coreografici), Andrea de Manincor, Andrea Manganotto, Pontarollo.

Francesca Saglimbeni