Questa sera

Al Cortile Montanari si ride con «La nonna» di Roberto Cossa

La compagnia Armathan in «La nonna»
La compagnia Armathan in «La nonna»
La compagnia Armathan in «La nonna»
La compagnia Armathan in «La nonna»

Centoquattro anni e non sentirli. Tanti ne ha la vegliarda nonnina, sempre affamata e sempre in cerca di cibo, protagonista indiscussa della commedia grottesca "La Nonna" di Roberto Cossa. Lo spettacolo a firma del drammaturgo argentino viene portato in scena da oggi al 15 agosto al Cortile Montanari in Vicolo Stimate, alle 21.15, dalla compagnia Teatro Armathan con la regia di Marco Cantieri nell'ambito della rassegna estiva "Teatro nei cortili". La traduzione è di Nestor Garay.

Stasera è fissato il debutto dello spettacolo firmato Armathan, seguito poi da 12 repliche ininterrotte. Sul palco si alternano sette attori, nei panni della famigerata nonna e dei vari membri di una famiglia italiana povera emigrata in Argentina. Tutti cercano di sbarcare il lunario, facendo fronte a mille difficoltà quotidiane. La nonna, invece, pensa a una cosa sola: mangiare. «Si tratta della commedia forse più conosciuta e rappresentata del teatro argentino, che in un geniale alternarsi di momenti tragicomici propone un finale veramente indimenticabile», spiega il regista Cantieri.

«Il testo di Cossa, molto bello, ruota attorno all'idea di identificare il potere in una figura esile, all'apparenza debole e indifesa, ma alla fine più forte di tutti e soprattutto ineliminabile». Comunque sia o comunque vada, insomma, la nonna c'è sempre e la spunta. L'idea registica, svela Cantieri, è di mettere in risalto la "gerarchia del potere", una struttura piramidale in cui chi è oppresso diventa a sua volta oppressore. In una catena che non trova fine e vede l'ultra centenaria al vertice, alla faccia dell'età. Paradossalmente, però, queste relazioni "di forza" generano dall'inizio alla fine situazioni esilaranti in un crescendo di comicità. Lo spettacolo dura un'ora e 45 minuti. Cast artistico: Massimo Recchia, Marco Morbioli, Stefania Corsini, Alessandra Montresor, Raffaele Tammaro, Pamela Occhipinti e Jonathan Finocchi. Biglietto: 10 euro intero, 7 ridotto. Chi desidera può prenotare i posti chiamando la compagnia teatrale: 338 6000334. 

C.M.