None

Alessio Lega la «Mala Testa» del cantastorie

SEZANO. Oggi alle 20 agli Stimmatini
Un folk-rock dai testi impegnati nell'album registrato al Cerro
Il cantautore Alessio Lega
Il cantautore Alessio Lega
Il cantautore Alessio Lega
Il cantautore Alessio Lega

Stasera alle 20, dopo un aperitivo e qualche «sfiziosità» gastronomica, lo splendido monastero cinquecentesco degli Stimmatini a Sezano (in via Mezzomonte 28, in comune di Grezzana) ospiterà un concerto acustico del cantautore Alessio Lega, corredato da una conversazione-intervista con Serena Betti di Radio Popolare. Lega, di origine salentina ma residente e cresciuto artisticamente a Milano, ha dato alle stampe quest'anno un album molto bello, intitolato Mala Testa, che è stato votato nella cinquina dei migliori album in assoluto al «Tenco». Una raccolta dalla forte connotazione scaligera, essendo stata registrata nello studio Obst und Gemuse di Cerro Veronese con la produzione artistica di Rocco Marchi (componente dei Mariposa, nel disco suona anche piano e synth), e con la partecipazione di altri noti musicisti veronesi come Andrea Faccioli (chitarre, banjo, autoharp) e Andrea Belfi (batteria e percussioni). Brani originali, uno di Ascanio Celestini (con il quale Lega ha più volte collaborato), e una manciata di riletture dalla tradizione popolare. Mala Testa è il sesto album nella discografia di Lega, che nel 2004 ha vinto la Targa Tenco come «miglior opera prima» con l'album Resistenza e Amore. Cantastorie anarchico militante, studioso molto colto della canzone con una predilezione per la tradizione francese e i canti di lavoro, Lega punta ad una poetica che combina forte peso specifico dei contenuti, lucidi e dettagliati nell'esposizione, con grande cura del linguaggio. A ciò si aggiunge un'interpretazione molto intensa ed efficace ancorché giocata spesso su toni aspri e ruvidi. Elementi fondamentali della sua opera sono la ricerca storica e il mantenimento della memoria, portati avanti con un linguaggio musicale che attinge a folk, rock e anche pop. Per l'ingresso bisogna avere la tessera annuale degli Amici di Radio Popolare Verona (costa 10 euro), ed è consigliata la prenotazione al numero 335.240766.B.M.