Tra forme e colori dei custom che rendono unica ogni moto

Passione pura I custom sono sempre i protagonisti tra i padiglioni di Motor Bike ExpoTra gli stand Un pieno di bellezza nei padiglioni della rassegna
Passione pura I custom sono sempre i protagonisti tra i padiglioni di Motor Bike ExpoTra gli stand Un pieno di bellezza nei padiglioni della rassegna
Passione pura I custom sono sempre i protagonisti tra i padiglioni di Motor Bike ExpoTra gli stand Un pieno di bellezza nei padiglioni della rassegna
Passione pura I custom sono sempre i protagonisti tra i padiglioni di Motor Bike ExpoTra gli stand Un pieno di bellezza nei padiglioni della rassegna

Un distretto del custom, una cittadella dedicata alla moto personalizzata. Un quartiere all’interno della fiera perchè il mondo del custom è da sempre una delle anime di Motor Bike Expo ed in generale degli appassionati delle due ruote. Per gli amanti del custom e delle cruiser, una delle novità più ghiotte della rassegna scaligera dedicata al motociclismo 2022 sarà il Custom District, allestito nel padiglione 1. Si tratta di un’area interamente dedicata alla cultura custom, arricchita dalla presenza di stand particolarmente scenografici, artisti, customizzatori e personalità della scena internazionale. I migliori artisti Il tutto ruoterà attorno al palco targato Simpson Helmets, l'area baricentrica che vedrà una numerosa presenza di auto americane e hot rod. Il Custom District è un vero percorso spazio-temporale nell’universo dell’arte e della cultura custom. La nuova area riunirà i grandi nomi della scena italiana e internazionale in un allestimento mai visto prima. Sarà arricchita da una costellazione di preparatori e artisti che non hanno bisogno di presentazioni, tra i quali Abnormal Cycles, Ettore "Blaster" Callegaro, Boccin Custom Cycles, Boman, Dox Design, Low Society, Morgese, Moto Marinelli, Niko Bikes, PDF, Radikal Chopper… solo per citarne alcuni. Tradizione e originalità Da sempre Motor Bike Expo è il momento di incontro prediletto da customizzatori e appassionati per lasciarsi ispirare e, spesso, accordarsi sulla costruzione della nuova special. Il lungo weekend veronese sarà occasione per la presentazione in anteprima di almeno 50 progetti, fra stand, bike show e contest. Per esempio, il veterano Carlo Colombo di Asso Special Bikes ne svelerà in anteprima assoluta cinque e ne esporrà ben trenta; mentre PDF Punto Di Fuga porterà a Verona un nuovo sidecar, "ponte" fra Harley-Davidson e Indian. Hazard Motorcycles è intenzionato a stupire con un terzetto di innovative custom H-D. Sfide nel segno del colore Nel padiglione 4 è annunciata la presenza dei preparatori italiani Apache Custom Cycles, Boldi Special & Co, Motociclette Bottega Bastarda, MDMoto e Moto Sport Fratelli Ciot. La rivista Special Cafe organizzerà durante la manifestazione di Veronafiere il contest riservato alle cafe racer. Riflettori puntati anche su Tamburini Corse, l’azienda di moto ipersportive fondata da Andrea Tamburini, figlio di Massimo, il designer delle Bimota, della Ducati 916 e della MV Agusta F4. Tamburini porterà tra gli stand del Motor Bike Expo 2022 un’anteprima assoluta mondiale: sarà presente infatti alla rassegna scaligera in programma da oggi fino a domenica la nuova T01 Stealth Tamburini Corse, che sarà presentata al pubblico nella giornata di oggi giovedì 13, a partire alle 11.30, all’interno del padiglione 6. •.