<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=336576148106696&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
Dal 28 febbraio al 2 marzo

In Fiera c'è Progetto Fuoco. «Il modo più economico per scaldarsi, il Governo non alzi l'iva»

L'inaugurazione di Progetto Fuoco
L'inaugurazione di Progetto Fuoco
L'inaugurazione di Progetto Fuoco
L'inaugurazione di Progetto Fuoco

Progetto Fuoco ha aperto i battenti questa mattina, in fiera a Verona. La rassegna sarà visitabile fino al 2 marzo.

Raul Barbieri,  direttore commerciale di Veronafiere,  ha parlato di un momento molto difficile per il comparto e «speriamo - ha detto - che questa fiera riesca a rilanciare le aziende del settore». 

Il presidente di Veronafiere, Federico Bricolo ha aggiunto: «Progetto Fuoco è la rassegna più importante al mondo del settore che in Italia vale 4mld di euro. Qui sono presenti 500 espositori. Sono in mostra le principali novità. Un quarto delle famiglie italiane ha in casa questi impianti e sono disponibili molti incentivi per la sostituzione e rinnovo, sostenuti dal ministero dell'Ambiente.

All’inaugurazione della 14 edizione del salone dedicato alle stufe più tecnologiche, ai caminetti passando per caldaie di ultima generazione, barbecue e cucine a legna e pellet ha partecipato l’assessore del Comune di Verona, Stefania Zivelonghi (con delega a sicurezza legalità e trasparenza). «Il Comune di Verona sempre molto sensibile ai temi ambientali ed occupazionali. Il comparto dà lavoro a oltre 72mila addetti nel nostro Paese», ha ricordato. 

Flavio Pasini, presidente della Provincia di Verona ha lanciato un appello. «Scaldarsi con il fuoco è la maniera più economica per alzare la temperatura nelle nostre case. Il nostro ente ha ancora competenze sui controlli e le famiglie sono sensibili ai temi ambientali e alle nuove tecnologie più sostenibili. Però al Governo chiediamo di non alzare Iva su questo prodotti».

Infine, Domenico Brugnoni, presidente Aiel, che rappresenta tutta la filiera del legno, dal bosco al riscaldamento domestico ha ricordato «la consapevolezza di tutti gli operatori riguardo alle potenzialità del legno nell’ambito delle energie rinnovabili in un momento in cui il green deal è sulla bocca di tutti».

 

 

Valeria Zanetti

Suggerimenti