Patto tra Uteco e CeR per crescere nel digitale

Aldo Peretti
Aldo Peretti
Aldo Peretti
Aldo Peretti

Accelerare il processo di digitalizzazione delle aziende attraverso Horizon Europe 2021-2027: questo è il momento di farlo. È l’opportunità colta anche d Uteco spa , con sede a Colognola ai Colli, specializzata nella produzione di macchinari innovativi per la stampa e il converting (tra cui macchine flessografiche d’avanguardia destinate ai mercati italiano, europeo e americano), la quale avvalendosi del supporto della società Consulenza e Risorse punta a sviluppare progetti di innovazione tecnologica finanziariamente sostenibili sia per la propria attività che per quella delle aziende clienti. Collaborazione Si tratta di un vero e proprio lavoro, ma nella maggior parte dei casi aziende e startup non hanno le risorse interne per svolgerlo. Così, Uteco ha pensato di avviare una collaborazione con Consulenza e Risorse, «dotata di un team di esperti e un gruppo che lavora solo sul Pnnr, Piano nazionale di ripresa e resilienza», afferma il cofondatore e Cio, Luigi Jovacchini, «un piano completa le risorse che il governo aveva messo in campo dall’anno scorso destinando il 40% al rilancio del Sud. Supporteremo Uteco nella ricerca e nell’individuazione di forme di finanziamento, monitorando sia quelle attivabili tramite il programma Horizon Europe sia gli incentivi stabiliti con la Legge di Bilancio 2020 e successivi decreti, che prevedono agevolazioni anche sotto forma di crediti d’imposta per l’acquisto di nuovi macchinari». Squadra Al lavoro per l’azienda di Colognola un team di sei persone con competenze verticali in Innovazione dell’Industria 4.0, finanziamenti europei, open innovation. Un servizio che sarà quindi esteso anche ai clienti finali di Uteco, «al fine di facilitare l’acquisto di macchinari attraverso la corretta allocazione dei budget di investimento, in relazione alle modalità di accesso e fruizione delle agevolazioni previste dalla legge». Programma «CeR ha sviluppato anche un applicativo che fornisce una simulazione dei benefici fiscali rispetto agli investimenti programmati, restituendo la simulazione del ritorno fiscale e agevolativo», afferma Aldo Peretti, Group Executive Chairman di Uteco Converting Spa. «Dall’analisi congiunta tra i nostri tecnici e quelli di Consulenza e Rosorse è emerso che i nostri macchinari rientrano nei criteri di fruizione degli incentivi Industria 4.0 per l’acquisto di beni strumentali interconnessi da parte delle imprese con l’agevolazione del credito d’imposta, soprattutto per gli investimenti nel Mezzogiorno».•.

Francesca Saglimbeni

Suggerimenti