Monografie d’impresa La migliore è di Branca

Mario Magagnino, Tiziana Sartori e Andrea Bissoli
Mario Magagnino, Tiziana Sartori e Andrea Bissoli

Hanno tentato di conquistare il podio anche le veronesi Add Value Spa sul mercato da 20 anni e specializzata in informatica & software, Bellè Costruzioni, impresa edile, che nel 2015 ha compiuto 80 anni, il Consorzio tutela vini Soave, e Gruppo Manni Hp, specializzato nella lavorazione di acciaio, pannelli isolanti, energie rinnovabili, al 70esimo anno di attività.

Il Premio 2016 per la narrazione aziendale, promosso dall’Omi, Osservatorio monografie istituzionali d’impresa, «che censisce, cataloga e conserva monografie e biografie di imprenditori e attività», spiega il presidente Mario Magnino, è andato però al volume realizzato in occasione del 170° anniversario delle Distillerie Branca di Milano. Alle spalle della storica casa del Fernet, si sono classificati Libraccio Editore, la cui vicenda imprenditoriale è iniziata 35 anni fa in un’ex panetteria sul Naviglio, e Delicius Rizzoli di Parma, specializzata nella lavorazione delle acciughe, con 40 anni di vita.

Al contest, alla terza edizione, hanno partecipato 38 volumi di racconto aziendale, che sono passati al vaglio di due giurie: una composta da professionisti della comunicazione, imprenditori e docenti universitari italiani e stranieri, l’altra formata da studenti di Scienze della comunicazione dell’università di Verona e dello Iusve, Istituto universitario salesiano Venezia. La Camera di Commercio locale ha ospitato la due giorni di selezione. «L’obiettivo del Premio Omi», ha spiegato Andrea Bissoli, componente di Giunta dell’ente camerale, «sta nel promuovere l’importanza della narrazione d’impresa. La valorizzazione della storia delle aziende italiane è un principio condiviso dal Registro nazionale delle imprese storiche, istituito da Unioncamere nel 2011 in occasione del 150° anniversario dell’Unità d’Italia. Verona conta 53 iscritte».

Oltre ai vincitori, le menzioni speciali, conferite all’opera della Marsilio Editore per Rubelli, storica seteria Veneziana, per il miglior approccio creativo e le migliori soluzioni produttive. Altre menzioni sono andate a Libraccio Editore e alla bresciana Ingros Carta Giustacchini. Tra i finalisti, Consorzio tutela vini Soave, per il libro Soave: origini, stile, valori.Va.Za.

Suggerimenti