La quota Pizzolo di Enovation Brands a Iwb

Sei mesi fa Enoitalia Spa di Calmasino finiva nella galassia di Iwb, Italian wine brands, società quotata in Aim di Borsa Italiana e tra i principali player specializzati nella produzione, distribuzione e vendita di bottiglie a marchio proprio su mercati internazionali. Iwb si impegnava ad acquisire il 100% dell’impresa veronese, fondata nel 1986 e controllata dalla famiglia Pizzolo. Perfezionata l’operazione, il primo gruppo vinicolo italiano non cooperativo, con un potenziale da oltre 400 milioni di euro di fatturato, torna a fare affari con la stessa famiglia scaligera. Ha trovato infatti l’accordo per l’acquisizione dell’85% del capitale sociale di Enovation Brands, storica società di importazione di vini italiani sul territorio nordamericano, detenuta per il 45% dai fratelli Giovanni e Alberto Pecora (co-fondatori e manager operativi della società) e per il 55% da Norina srl, riconducibile sempre alla famiglia Pizzolo, con base a Miami ed una distribuzione capillare negli Usa, sul canale Gdo e Horeca. In particolare Iwb il penultimo giorno dell’anno ha sottoscritto due contratti di compravendita, ad esecuzione differita e condizionata, che prevedono l’acquisizione dell’intera partecipazione detenuta da Norina e del 30% del capitale sociale di cui sono titolari i fratelli Pecora. L’equity value concordato con Italian Wine Brands, che ricorrerà alle proprie disponibilità liquide, è di 22 milioni di dollari. Tra giugno 2020 e giugno 2021, la company di distribuzione di vino tricolore ha realizzato un fatturato di 32,2 milioni di dollari (82% da vendite in Usa e 18% in Canada) ed un Ebitda di 3,2 milioni di dollari, per un utile netto di 3,4 milioni e una posizione finanziaria netta al 30 giugno 2021 di 100 mila dollari. Tra le immediate sinergie generate dall’operazione, Enovation potrà distribuire ai propri clienti nuove referenze di vini rossi, realizzati in particolare in Puglia e Piemonte. E l’acquisizione conferma la propensione di Iwb alla crescita: questa, precisa una nota della società, è la quarta operazione conclusa in meno di 4 anni dopo Svinando.com, Raphael Dal Bo Ag, Enoitalia spa.•. Va.Za.