RICERCA

Gates finanza l'Enea «Vicini ad un'intesa»

Il commissario dell'ente Testa: «La sua fondazione sta valutando di sostenere alcuni nostri progetti»
Bill Gates tra Federico Testa e Lowell Wood al centro Enea
Bill Gates tra Federico Testa e Lowell Wood al centro Enea
Bill Gates tra Federico Testa e Lowell Wood al centro Enea
Bill Gates tra Federico Testa e Lowell Wood al centro Enea

La Fondazione di Bill Gates finanzierà alcuni progetti dell'Enea sulla fusione termonucleare. Buona parte del merito è del Commissario dell'Ente, il veronese Federico Testa,che mercoledì scorso ha accompagnato il fondatore della Microsoft Corporation nel centro di ricerca a Frascati.
«Bill Gates è arrivato mercoledì e si è fermato da noi, negli stabilimenti dell'Enea di Frascati, per circa 3 ore e mezza», ha confermato a L'Arena Federico Testa. Una «visita per capire come funzionino i nostri laboratori e assistere ad alcuni esperimenti fatti dai ricercatori dinanzi ai suoi occhi», ha confermato il Commissario, che è professore ordinario di Economia e gestione delle imprese all'università di Verona.
Il motivo della sua visita? «La sua Fondazione», ha proseguito Testa, e cioè la Bill & Melinda Gates Foundation, «sta valutando di finanziare alcuni progetti dell'Enea e i nostri ricercatori, che stanno lavorando con risultati di assoluto rilievo mondiale, sono riusciti a destare l'interessare del responsabile economico della Fondazione, il professore di fisica Lowell Wood, stretto collaboratore di Gates».
La Fondazione, creata nel gennaio del 2000 da Bill Gates e da sua moglie Melinda French, è guidata da William H. Gates Senior, il padre di Bill Gates, e da Patty Stonesifer, ex membro della delegazione americana all'Onu, e con un patrimonio di 38 miliardi di dollari è considerata la Fondazione più grande del mondo attiva nella ricerca medica, nella lotta all'Aids e alla malaria.
«Abbiamo predisposto un accordo», ha proseguito Testa, «per identificare un percorso pratico di collaborazione. La Fondazione ogni anno finanzia, con circa 1 miliardo di dollari, la ricerca. L'Enea ha tutte le caratteristiche tecniche e umane per riuscire in questa impresa: se riusciremo ad avere questi soldi sarà un grande motivo di soddisfazione non solo per me, come Commissario, ma per il governo. Enea è capofila italiana per un progetto internazionale sulla fusione sia a caldo che a freddo, denominato Iter. Di questo progetto Enea detiene il 13% e, con questa quota, negli ultimi due anni ha portato in Italia il 64% delle risorse ad esso destinate, cioè 987 milioni di euro. Con questi soldi hanno lavorato e stanno lavorando molte imprese italiane. Se l'accordo con Bill Gates va in porto, potrà cambiare le sorti dell'Italia intera», ha chiuso il numero uno scaligero dell'Enea.

Gerardo Musuraca

Suggerimenti