La serata a Fumane

La violenza contro le donne? Si combatte educando bambine e bambini

Un momento della serata (foto Pecora)
Un momento della serata (foto Pecora)
I bambini di Fumane contro la violenza sulle donne (video Pecora)

Applausi e commozione alle stelle ieri sera, 24 novembre, nel teatro parrocchiale di Fumane, per la serata "Noi... contro la violenza" che ha avuto come protagonisti bambini e ragazzi dell'Istituto comprensivo Lorenzi di Fumane insieme alle loro insegnanti.

Gli alunni delle classi quinte della primaria, tutti con mascherine rosse sul volto, hanno proposto dal palco canzoni, poesie, disegni, scenette e riflessioni personali contro la violenza di genere. In modo giocoso, ma molto profondo e toccante. I ragazzi più grandi, della terza C e terza D delle medie fumanesi, si sono fatti sentire anche loro a suon di disegni e pensieri, rivelando il loro punto di vista sulla società e le loro speranze per un futuro in cui abusi, maltrattamenti e violenze non abbiano più spazio. Bambini e ragazzi sono stati applauditi dalle insegnanti e dalla dirigente scolastica Francesca Zambito, dai genitori e dal sindaco Daniele Zivelonghi, dal parroco don Emanuele Novelli e pure dalle forze dell'ordine, per le quali c'erano il comandante della Compagnia di Caprino dei carabinieri Michele Minetti e il comandante della stazione di San Pietro in Cariano Federico Grassi.

La serata è il frutto di un percorso avviato in classe di sensibilizzazione e consapevolezza per gli studenti di Fumane, sotto la guida della psicologa Giuliana Guadagnini, dopo la ferita impressa nella comunità dalla morte tragica della giovane Chiara Ugolini.

Camilla Madinelli