CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

18.06.2017

Una nuova campana
nella giornata
dedicata alle gare

Campana nuova per il campanile di Alpo per ricordare Michele Bonomo. Oggi sarà una giornata all’insegna dei sacri bronzi. La locale scuola campanaria, con parrocchia di San Giovanni Battista, Circolo Noi San Gaspare Bertoni e comitato sagra, organizza una triplice manifestazione. A partire dalle 14.30 in paese si svolgeranno una gara, una rassegna non competitiva e la benedizione della nuova campana, più piccola, che sarà aggiunta nei prossimi mesi alle cinque già presenti.

Per primo si svolgerà il trofeo La Treccia, manifestazione itinerante 12esima edizione, riservata alle squadre giovanili ed emergenti. La competizione deriva il nome dal primo premio, piccola scultura in bronzo messa in palio dal maestro campanaro Giovanni Brentegani di Sommacampagna. Dalle 15 si sfideranno 14 formazioni di Verona e Vicenza, eseguendo un brano musicale a sistema veronese, ottenuto bloccando i bronzi con la bocca rivolta verso l’alto e facendoli poi roteare di 360 gradi per farli rintoccare. La giuria sarà formata dalla squadra campanaria La Torre, vincitrice del trofeo dello scorso anno. Terminata la gara coi bronzi, il maggiore dei quali pesa 650 chili, la manifestazione proseguirà con una rassegna non competitiva sulle torri campanarie del circondario. I concerti saranno dedicati a Michele Bonomo, campanaro della squadra locale, scomparso a 42 anni nel gennaio 2015. Al componente del gruppo di Alpo è stata dedicata la nuova campana sestina che, alle 18, il parroco don Marco Piccoli benedirà. Il bronzo è stato fuso dalla fonderia Allanconi di Bolzone di Ripalta Cremasca (Cremona), emette la nota Do diesis. Sul bronzo è stata inserita la frase: «Un volo di farfalle rappresenta l’anima bella e semplice di Michele».

«Come scuola campanaria di Alpo», evidenzia Eles Belfontali, guida del gruppo locale nonché presidente dell’Associazione suonatori di campane a sistema veronese, sodalizio che raggruppa un’ottantina di squadre del Veneto e della Lombardia, «abbiamo raccolto i fondi per la nuova campana. Il primo contributo ci è stato donato dal parroco di Monzambano, poi si sono aggiunti gli Alpini di Dossobuono, privati ed aziende. Grazie al parroco don Marco, Alpo ha anche una squadra di otto appassionati». F.T.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1