CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

12.09.2018

Ultimi ritocchi per le piscine Nato lo spray park con scivolo

Una vasca esterna delle piscine comunali FOTO PECORA
Una vasca esterna delle piscine comunali FOTO PECORA

Un grande scivolo in plastica blu su uno specchio d’acqua di quindici centimetri sul quale sono puntati anche dei cannoncini che sparano acqua vaporizzata. Vicino un altro scivolo arancione. Poi un arco bianco con una palla gialla. E di fianco una piscina con l’acqua alta un metro e 10 centimetri per le attività con i bambini. È lo spray-park che ha preso il posto del vecchio bocciodromo e che attende, ormai ultimato, che siano pronti gli spazi attigui per essere consegnato all’amministrazione comunale. In capo a una settimana, infatti, l’associazione di imprese che sta potenziando il centro delle piscine di Villafranca consegnerà le vasche interne e lo spray-park. Il termine ultimo era fissato per ottobre. «Ma nei nostri programmi contavamo di concludere entro il 20 settembre e credo che ci riusciremo», spiega Gianfranco Serpelloni, della Serpelloni spa che, in cordata con A&T Europe e Partecipazioni e gestioni srl di Castiglione delle Stiviere, ha ottenuto l’appalto per potenziare e gestire, tramite la Villafranca sport srl, il polo delle piscine. «Per la fine di questa settimana dovremmo riuscire a consegnare le vasche interne e lo spray park. Quest’ultimo è finito e i lavori sono andati bene. Ci sono una vasca di circa 20 metri per 10, alta 1,10 metri, per le attività dei ragazzini; una vasca di 15 centimetri con gli scivoli e gli spruzzi d’acqua; una vasca per idromassaggio e docce a cascata con l’area benessere. Resterà da completare il ristorante con il bar e dovremo riuscirci entro un mese». Il ristorante sarà dato a un gestore esterno, mentre il centro con piscine interne ed esterne, area benessere e palestra, con spogliatoi, sarà condotto per 30 anni dalla Villafranca sport srl che la gestisce tramite Aquamore della Partecipazioni e gestioni srl. Una volta consegnati i lavori toccherà al Comune chiudere l’iter con le procedure di autorizzazione e burocratiche e aprire il centro per la stagione autunnale e invernale. Quella estiva, infatti, chiuderà venerdì con lo sto alle vasche esterne, tuttora utilizzate. Per un intervento di 2,5 milioni di euro da parte del privato e di 1,3 del Comune, il centro è stato mantenuto nella sua struttura principale, ma sono stati riorganizzati gli spazi interni. Sono state ristrutturate le vasche e rifatti gli spogliatoi a servizio sia del centro natatorio sia della palestra. Anche l’ingresso è stato rifatto con nuove pavimentazioni in grigio e in antracite. Il bancone della reception è stato spostato e sono stati introdotti i tornelli di ingresso. Alcune vetrine espongono costumi, cuffie da bagno, occhiali e materiale che si può acquistare al momento. L’inaugurazione potrebbe essere imminente, anche perché Aquamore ha già organizzato l’attività autunnale con i primi corsi della scuola di nuoto che inizieranno lunedì 17 settembre. Sono fissati anche gli orari. Lo spray park sarà aperto da lunedì a venerdì dalle 16.30 alle 21, il sabato dalle 12 alle 21 e domenica dalle 9 alle 21. I biglietti di ingresso variano da 12 euro per l’intero nei giorni feriali e 16 i festivi, ai 20 euro per spray park e centro benessere il sabato e domenica. Esistono anche pacchetti di più ingressi e l’abbonamento da 10 entrate per 100 euro. I ridotti vanno dai 10 ai 14 euro e sono per bambini sotto i 12 anni e per gli adulti sopra i 65. Gli orari per il nuoto libero hanno una finestra di ingresso dalle 7 alle 21, il lunedì, il mercoledì e il venerdì; il sabato dalle 9 alle 18 e domenica dalle 9 alle 13. L’ingresso costa 7 euro, il ridotto 6. Ci sono poi pacchetti da 10 ingressi (60 euro), abbonamenti trimestrali (149) e annuali (499). •

Maria Vittoria Adami
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1