CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

12.07.2018

Parcheggi per l’ospedale Grandi lavori in corso

Roberto Dall’Oca, fra Riccardo Maraia (a sn) e Francesco Arduini, illustra il piano parcheggi  FOTO PECORA
Roberto Dall’Oca, fra Riccardo Maraia (a sn) e Francesco Arduini, illustra il piano parcheggi FOTO PECORA

Luglio caldo per i cantieri e i lavori attorno all’ospedale Magalini di Villafranca. Il Comune ha assegnato l’intervento sulle vie limitrofe alla struttura ospedaliera per riorganizzare gli stalli di sosta. Inoltre, entro venti giorni, sarà in funzione, anche se non ancora completo, il parcheggio antistante l’ospedale, sull’area privata acquisita dall’amministrazione comunale. Su quest’ultima si prevedono lavori per 265mila euro per dotarla di sottoservizi, asfaltarla e adibirla a parcheggio con 60 posti auto. Ma si tratta di opere che richiederanno un paio di mesi, così il Comune ha deciso di far preparare intanto l’area con uno sterrato, per una spesa di 50mila euro, e di aprirla alla sosta per chi si reca al Magalini con disco orario di due ore: questo accadrà entro la fine del mese. L’iter per completare il parcheggio, invece, potrà partire dopo il 20 luglio, quando il consiglio comunale ratificherà la variazione di bilancio. Nel frattempo saranno aperti i cantieri sulle vie limitrofe all’ospedale: «Partiremo con la piccola rotonda in via Nino Bixio poco prima del ponte sul Tione, che consentirà di aprire il varco alla viabilità per la svolta in tutte le direzioni», spiega l’assessore ai lavori pubblici Francesco Arduini. Ora infatti in quel punto c’è una cuspide che obbliga il traffico a compiere giri viziosi per andare dal centro ai quartieri a Est di via Bixio. La rotonda consentirà, inoltre, agli automobilisti in via Perugia di svoltare a sinistra verso via Fantoni o di proseguire dritto su via Dante (idem per chi viene da via Dante). Queste manovre ora non sono consentite, ma sono utili per chi deve raggiungere l’ospedale. «Dopo la rotonda proseguiremo con le vie Muraglie, Pomedello e Zuliani portando a termine lavori per 580mila euro, di cui 288mila sono per la rotatoria. Per ultimo procederemo su via Perugia che è in zona vincolata per la vicinanza del castello». Nelle vie saranno rifatti sottoservizi e marciapiedi e verranno segnati gli stalli di sosta che entro la fine dell’anno diventeranno a pagamento. «Lavoreremo sia per rendere accessibile l’ospedale, sia per tutelare i residenti, per i quali pensiamo a pass gratuiti o ad abbonamenti», spiega l’assessore Luca Zamperini. Tra luglio e agosto la temperatura si farà rovente in corso Vittorio Emanuele II, dove l’asfalto sarà rimosso e rifatto per una spesa di 180mila euro e tanta pazienza che metteranno invece i residenti. Ma ci saranno cantieri anche nelle frazioni. A Rosegaferro, in via Principe Amedeo, saranno rimossi gli autobloccanti e sarà posato il porfido per una spesa di 50mila euro e 30 giorni di lavoro affidati all’impresa Bellesini di Rosegaferro. Il tratto di strada è oggetto di critiche da molto tempo: la via era stata lastricata di autobloccanti, usati per le zone pedonali o nei parcheggi. Ma su una via di scorrimento come questa, dove transitano molti trattori, la scelta si è verificata sbagliata e costosa: centomila euro per lastricarla e continue spese per sistemarla. Il porfido sarà resinato, perché i sampietrini non siano divelti dai veicoli. Una parte, tra l’altro, sarà recuperata da quello rimosso in piazza Giovanni XXIII a Villafranca. A Rizza saranno riasfaltate le vie Mischi, Risorta, Amicizia e Poiani, mentre ad Alpo partiranno i lavori per i marciapiedi di via Principe di Saluzzo per 410mila euro affidati all’impresa Costruzioni Nasoni srl per 120 giorni di lavoro - sottoservizi compresi - che si concluderanno entro il 30 ottobre. •

Maria Vittoria Adami
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1