CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

19.03.2017

Moria di lecci
Si sospettano
le casalinghe

Il viale di lecci in via Nino Bixio FOTO PECORA
Il viale di lecci in via Nino Bixio FOTO PECORA

Moria strana, per i lecci di via Nino Bixio, a Villafranca, forse provocata da casalinghe troppo zelanti. E a questo proposito arriva l’appello del consigliere comunale Angiolino Faccioli: «Non date da bere alle piante».

Dei 160 lecci messi a dimora su entrambi i lati della grande strada villafranchese, infatti, ogni anno ne muore qualcuno. Nel 2016 ne sono stati sostituiti quattro. Nei primi tre mesi di quest’anno il bollettino è già arrivato a tre piante morte. E ce n’è qualcuna malconcia. «Gli operai che in questi giorni hanno provveduto alla potatura temono che il fenomeno sia dovuto a qualcuno che rovescia nell’aiuola, alla base delle piante dei secchi d’acqua con detersivo probabilmente usati per le pulizie in casa, al termine del lavoro», spiega Faccioli. «Raccomandiamo di non dare acqua, tanto meno liquidi inquinanti alle piante. Gli alberi sono irrigati da un sistema automatico, programmato a tempo, e non hanno bisogno d’altro».

La moria si rileva in diversi punti del viale, ma c’è stata anche una «recidiva». «In un punto in particolare il leccio è stato sostituito due volte. È anche una questione di costi: ogni pianta vale 300 euro. Mantenere alberato il viale comporta oneri e gli alberi, inoltre, devono crescere insieme. Sostituirli di continuo non aiuta».

Faccioli ha, inoltre, invitato gli operai che si occupano della manutenzione di far presente ai cittadini di non versare nessun tipo di liquido alla base delle piante.

I lecci sono stati piantati nel 2015. Il primo anno ne sono stati sostituiti quattro, a carico dell’azienda, perché erano morti per asfissia d’acqua. Ma in quel caso il problema era dovuto all’impianto di irrigazione che aveva erogato eccessiva acqua. Diverso il caso attuale in cui si teme che ci sia la mano di qualcuno che, anche in buona fede, procura danno alle piante. M.V.A.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1