CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

02.03.2018

Grezzanella e Anas «Mancano i fondi per completarla»

La Grezzanella torna sul banco della politica. Il centrosinistra locale sottolinea che per quest’anno non si prevede alcun finanziamento per il completamento della variante alla Postumia, ferma al primo tratto e quindi inutile, e accusa il centrodestra di aver usato come specchietto per le allodole l’inserimento nel Documento di programmazione regionale 2018, tra le priorità solo qualora si sbloccassero fondi, le opere già iniziate come la Grezzanella. Un coro Pd, da Orietta Salemi, consigliere regionale, a Isabella Roveroni, consigliere comunale di Villafranca (in lizza per la Camera) e Anna Maria Bigon, già sindaco di Povegliano: «La Regione non torni indietro sull’impegno preso. Dopo un’attesa interminabile e anni di richieste da parte di amministratori e cittadini, il completamento della Grezzanella era stato inserito tra le priorità. Ora chiediamo all’assessore regionale Elisa De Berti di difendere l’opera anche a fronte del nuovo accordo tra Regione e Anas, che vede il passaggio di Veneto Strade in Anas con l’annunciato investimento di utili per 300 milioni di euro tra il 2020 e il 2032. In pratica per la regionalizzazione delle strade in Veneto si deve attendere il 2032! Questa scelta della Giunta sembra rispondere a un percorso dell’autonomia al contrario, visto che un’azienda statale deterrà il 51 per cento dell’assetto societario», spiegano le esponenti del Pd in una nota. «Non vorremmo che a rimetterci fosse ancora una volta la sospirata infrastruttura veronese, opera irrinunciabile per la mobilità e la salute di Villafranca». Le tre amministratrici hanno chiesto l’audizione dell’ assessore De Berti perché faccia chiarezza. «Sulla Grezzanella gravano da troppo promesse non mantenute, silenzi e responsabilità politiche. Servono parole chiare e definitive», spiega Salemi. «Il Comune di Villafranca nulla fa di fronte alle promesse ogni volta disattese della Regione e a un aumento del traffico, oramai insopportabile, nel centro di Villafranca che nell’orario delle scuole è bloccato», aggiunge Roveroni. «Il Villafranchese», conclude Bigon, «necessita della Grezzanella. In trent’anni si è riusciti a realizzare una parte che serve solo un’area, in particolare Povegliano. Ma la funzione fondamentale della strada viene svolta solo con il completamento della stessa. L’opera non è stata però finanziata. È un dato di fatto inconfutabile». •

M.V.A.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1