CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

30.08.2018

Consiglio comunale dei ragazzi, debutto a inizio scuola

Bambini e ragazzini alla scoperta delle istituzioni. A partire dall’imminente apertura di questo anno scolastico a Villafranca ci sarà il consiglio comunale dei ragazzi. Questa esperienza, che avvicina i piccoli agli strumenti della democrazia, è intrapresa da tempo da molti Comuni. Ora approda anche in città, dove avrà le stesse caratteristiche del vero consiglio comunale: anche quello dei ragazzi sarà composto dunque da 23 consiglieri più il sindaco e rappresenterà sia il capoluogo sia le frazioni. Gli alunni coinvolti sono quelli delle classi quarta e quinta delle elementari e dei tre anni delle medie. Nelle prime settimane di scuola eleggeranno i consiglieri. Sei proverranno dalle scuole medie di Villafranca, quattro da quelle di Dossobuono e due dalle Don Allegri; due consiglieri saranno eletti alle elementari Bellotti, Alighieri e di Dossobuono, uno all’istituto canossiano; infine un consigliere sarà eletto a rappresentanza delle diverse frazioni: Alpo, Pizzoletta, Quaderni, Rizza, Rosegaferro. Alla prima seduta del consiglio comunale, che si terrà proprio nella sede consiliare di via Rinaldo, eleggeranno scegliendolo tra loro loro il sindaco. «Si riuniranno ogni tre mesi e garantiremo loro il trasporto in città dalle frazioni», spiega il sindaco Roberto Dall’Oca, «è un progetto educativo al quale crediamo molto. I ragazzi parleranno con gli assessori e il sindaco dei ragazzi sarà presente alle manifestazioni e all’inaugurazione della fiera, di fianco al primo cittadino». «È la prima forma di sensibilizzazione alla cittadinanza attiva e responsabile, bambini e ragazzi parleranno del loro mondo con gli amministratori su ogni tema, dalla cultura al trasporto pubblico», aggiunge l’assessore Anna Lisa Tiberio, delegata all’istruzione. I ragazzi, inoltre, apprenderanno le modalità con le quali si amministra un Comune, discutendo in assemblea e prendendo decisioni votando su proposte da portare poi al mondo degli adulti. «L’augurio», aggiunge l’ assessore alle politiche giovanili Jessica Cordioli, «è che questi ragazzi colgano questa opportunità che rappresenta un modo per avvicinare i giovani alle istituzioni, spesso al contrario percepite come lontane». •

M.V.A.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1