CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

13.08.2017

Centro pedonale a comando, con un clic

Il dissuasore di via Pace, ne saranno posati altri 18  FOTO PECORA
Il dissuasore di via Pace, ne saranno posati altri 18 FOTO PECORA

Centro pedonale in un clic. Basterà schiacciare un pulsante al Comune per chiudere al traffico la croce del centro di Villafranca tra corso Vittorio Emanuele II, corso Garbaldi e via Pace, grazie ai nuovi dissuasori automatici e a scomparsa che si alzano e si abbassano a seconda della necessità. I lavori di posa del sistema sono in corso. «Stiamo lavorando sulla croce piccola», spiega il sindaco Mario Faccioli, «ovvero collocando quelli in via Troiani in affaccio al corso principale, quelli al castello e quelli in corso Garibaldi davanti al municipio e in via Pace all’incrocio con via Napoleone III. In base alla spesa verificheremo se continuare con la croce grande: agli ingressi delle tre vie».

I dissuasori sono stati acquistati l’anno scorso: in tutto sono 18. Ora il Comune ha stanziato 31.800 euro per installarli. Ne saranno posati fino a raggiungere la cifra. Il denaro potrebbe essere sufficiente. Se così fosse tutto il centro, in occasione di eventi e mercati, diventerebbe pedonale senza il ricorso alle transenne.

Il Comune lavora al progetto da anni. Il primo «pilomat» è stato posato in via Pace un paio d’anni fa. Ma non è mai stato usato, non essendoci gli altri. Il sistema viene ultimato anche nel momento giusto: «Con le nuove misure di sicurezza antiterrorismo questa modalità diventa ancora più adatta», spiega Faccioli ricordando che l’uso delle transenne durante gli assembramenti, dopo la finale di Champions League a Torino di due mesi fa in piazza San Carlo, è stato limitato. I paletti ostacolano anche l’ingresso di mezzi usati sulla folla, inoltre, come negli attentati terroristici.

Ma per Villafranca è stata soprattutto una questione pratica: «Non dovremo più far uscire gli operai del Comune per posare le transenne e ritirarle. Evitando così il problema di dimenticarle o quello che siano collocate male. Questo è un sistema automatico, ma i dissuasori, in caso di necessità, possono essere azionati manualmente».

Non si prevede invece, come si pensava inizialmente, la consegna di un telecomando ai residenti: «Si lascia una strettoia segnalata per consentire loro di passare», conclude Faccioli.

Tra il corso e via Troiani i dissuasori saranno quattro. Altrettanti all’incrocio tra i due corsi Vittorio Emanuele II e Garibaldi; due all’intersezione tra via Rinaldo e corso Garibaldi e quattro al castello su via Rensi e via Zago. Uno sarà messo in via Pace all’intersezione con via Gandini. Per la croce grande uno sarà fissato alla rotatoria di via Angelo Messedaglia con corso Garibaldi e due in via Rensi al vallo di parcheggio.

Una volta posati i dissausori saranno subito utilizzabili. Ma non è l’unica novità per il centro storico. In questi giorni ci sono cantieri anche per l’impianto di irrigazione automatico per le nuove fioriere che saranno posate lungo corso Vittorio Emanuele II. Anch’esse sono già state acquistate e sono abbinate a delle panchine.

Maria Vittoria Adami
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1