CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

12.01.2018

Cantiere in piazza fino ad aprile Ma c’è l’incognita della pioggia

La piazza durante le operazioni di taglio degli alberi FOTO PECORA
La piazza durante le operazioni di taglio degli alberi FOTO PECORA

Proseguono come da programma i lavori per il rifacimento della piazza Giovanni XXIII a Villafranca. I lavori degli archeologi si sono conclusi nella giornata di mercoledì scorso. Durante i sopralluoghi sono stati prima valutati i reperti trovati e quindi è stata compiuta la classificazione dei piani interni e tombali della chiesa antica e del cimitero annesso. Uno degli aspetti a cui si doveva maggiormente prestare attenzione, infatti, era la possibilità di ritrovare testimonianze del passato proprio nell’area oggetto degli scavi. Benché non si tratti di operazioni che prevedano interventi in profondità, già durante le indagini in estate erano emersi resti di scheletri di un antico cimitero, trasferito fuori città nel 1812. «Questo aspetto», commenta il sindaco Mario Faccioli, «non ha rallentato i lavori. Era già tutto programmato». «Le operazioni continuano senza intoppi. Al momento, però, non è possibile dare dei tempi certi. Molto dipende anche dalle condizioni atmosferiche, in particolare la pioggia e il freddo. Tutti i sottoservizi dovrebbero finire entro aprile». I lavori, costati all’amministrazione 320mila euro e iniziati i primi giorni del dicembre scorso, hanno, ad oggi, portato allo smontaggio di tabelloni e bacheche, delle panchine in marmo, degli elementi di arredo urbano, del totem multimediale; la ricognizione e la verifica di chiusini e caditoie; la demolizione delle fioriere; la formazione di una pedana provvisoria. Infine è stato condotto il prosieguo della demolizione delle parti marginali della pavimentazione. Il progetto non è strettamente legato ad un intervento strutturale, ma ad un abbellimento della piazza. I sanpietrini, già tolti, verranno sostituiti con piastrelle in porfido di diverso colore. Alcune di gradazione più intense rievocheranno la presenza, nel mezzo della piazza, della vecchia chiesa di Villafranca, abbattuta alla metà del secolo scorso. Verranno inserite delle panchine e fioriere. Addio anche ai vecchi pini che ne costeggiavano il perimetro, al loro posto verranno piantumati dei lecci. Oltre alla pavimentazione, l’attenzione in queste prime battute è stata posta anche alla sistemazione delle fognature, delle caditoie e al riposizionamento dei quadri elettrici. I prossimi passi riguarderanno un rilievo planimetrico e la realizzazione delle linee elettriche e dell’acquedotto. Quest’ultime serviranno, oltre che per alimentare la fontana artistica, che verrà posizionata nella nuova piazza, anche come allaccio ai privati in sostituzione di quelle fatiscenti attuali. Infine, a breve, verrà realizzato un cordolo in pietra di contenimento sul perimetro della piazza e intorno al monumento dei caduti. Poi verrà posato il porfido. Il sindaco torna sulle polemiche di Natale. Alcuni commercianti, infatti, si erano lamentati per il cantiere in piazza proprio durante il periodo delle feste. Questo sarebbe stato, secondo loro, uno dei motivi per cui Villafranca non ha potuto vivere totalmente il clima natalizio, specificando che i lavori sarebbero potuti iniziare più tardi. Faccioli commenta: «Mi sembrano polemiche inutili. Si parla di tempi tecnici e prassi amministrative». •

Nicolò Vincenzi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1