CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

31.12.2017

La bocciofila fa un regalo a Michele Arrivata dall’America la sedia a rotelle

Premi, lotterie e bocce si intrecciano per solidarietà. Lo scorso 24 ottobre, per Michele Castagna, non è stato un giorno qualunque, in parte gli ha cambiato, o perlomeno migliorato, la vita. Castagna ha da poco compiuto 18 anni, vive con la famiglia a Caldierino e ama la bicicletta. A causa di una tetraparesi spastica dalla nascita, però, la sua mente non riesce a collegarsi con i muscoli del resto del corpo e quindi è costretto a vivere su una carrozzina. Fino a quel giorno di fine ottobre ne utilizzava una semplice che controllava con un telecomando dalla mano, ma era molto limitante. Grazie ad una lotteria, organizzata da Franco Pighi, presidente della bocciofila di Vigasio, ora ne ha una nuova. «È un’altra vita», racconta Manuela Busatto, la mamma di Michele. Questa è stata costruita su misura per lui, gli spostamenti sono molto più liberi e il ragazzo riesce a controllarla grazie a dei movimenti con la testa; con un monitor poi riesce ad avere una visione più ampia. «Non lo lasciamo ancora solo, perché deve prendere l’abitudine. È come guidare una macchina», spiega sorridendo. E proprio il costo la rende ancora più simile ad un’automobile. L’Ulss si è fatta carico di circa 8mila euro dell’importo totale, ma ne servivano almeno altri 6mila per poterla acquistare. I soldi che mancavano sono frutto di migliaia di biglietti della lotteria acquistati da molta gente. «È una storia che parte da lontano», racconta Pighi, «almeno a due anni fa. Per questioni di lavoro, da alcuni anni conosco la famiglia di Michele e, data la situazione, sentivo che dovevamo fare qualcosa. Da qui è nata l’idea di trovare dei soldi da donare facendo una competizione sportiva e accompagnarla ad una lotteria. Siamo riusciti a vendere oltre 13 mila biglietti. Non è semplice organizzare eventi di questo tipo e i costi sono molti», sottolinea. La giornata conclusiva del lungo torneo si è svolta il 2 maggio del 2015. Due diverse competizioni (il trofeo Vini Pasquetto e il primo trofeo Michele) hanno attirato al bocciodromo di Vigasio un migliaio di giocatori, poi distribuiti in altre strutture della provincia. «È stato un torneo infinito, durato fino a notte fonda», spiega ancora Pighi. Il giorno della gara era presente anche Michele Castagna, ignaro del fatto che da lì a poco sarebbe diventato il centro, e il protagonista vero, della manifestazione. I soldi raccolti, infatti, sono diventati un enorme assegno che è stato consegnato, a sorpresa, proprio a lui. Durante la cerimonia, una lettera di ringraziamento della mamma ha commosso i presenti. «Michele non sapeva nulla. È stata una emozione fortissima per lui quando glielo hanno consegnato. È stata una boccata di ossigeno», racconta ancora Busatto. Sono serviti più di due anni e mezzo perché da quel giorno potesse materialmente arrivare, direttamente dagli Stati Uniti, la carrozzina particolare e adatta a tutte le sue esigenze. «Sappiamo di non aver risolto il problema», chiarisce ancora l’organizzatore della lotteria, «ma siamo contenti, tutti insieme, di aver dato un grande aiuto». L’attività di beneficenza non si ferma. «Aiutando Cristian» è stato l’ultimo progetto che ha coinvolto la bocciofila di Vigasio con l’associazione di Pescantina «Siamo in super...Abili» e i paracadutisti del villafranchese. Ripetendo la giornata programmata per Michele, pochi giorni fa, è stata organizzata una gara regionale a coppie, a cui hanno partecipato oltre 300 atleti, e una nuova lotteria a premi. Durante la serata sono stati raccolti tremila 500 euro e consegnati al papà del ragazzo con un altro assegno gigante. •

Nicolò Vincenzi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1