CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

22.02.2018

Black out a singhiozzo per tre giorni Infuriati artigiani e commercianti

Tre giorni di disagi per gli abitanti della zona sud di Vigasio a causa di un black out che ha costretto alla chiusura di un supermercato, ma creato problemi anche in una stazione di servizio, bar, negozi e punti vendita. Tutto è iniziato lo scorso fine settimana, sabato quando, all’incirca dalle 14 alle 18 è sparita la corrente; episodio che si è poi ripetuto dalle 19.30 alle 3, ma i disagi si sono protratti anche per alcune ore domenica; mentre lunedì febbraio il black out è durato per quattro ore, dalle 13 alle 17. Diverse decine le famiglie interessate, residenti nella zona e precisamente nelle vie: San Bernardino, Isola della Scala, Trevenzuolo, Corone, Del Commercio, Tito Speri, Silvio Pellico, Dell’Agricoltura e Nogarole Rocca. Un black out che ha creato disagi e arrabbiature in molte persone, in particolare negli ignari del fatto, cioè coloro i quali non sapevano della sospensione così prolungata dell’erogazione dell’energia elettrica. Un avviso, infatti, attaccato ai pali dell’illuminazione pubblica comunicava soltanto lunedì che «l’energia elettrica verrà interrotta per effettuare lavori sui nostri impianti dalle 13 alle 17». Ed ora i cittadini si scatenano sulla Rete. «Da denuncia», scrive Cristina, mentre Valentina ammette di non essersi fermata sabato a fare la spesa al supermercato quando, con sorpresa, ha visto che era chiuso. «Sull’entrata c’era un foglio con scritto che erano senza energia elettrica», risponde Simone Brisighella, mentre Roberta lamenta che il disagio era iniziato sabato fin «dalle 12 in tutta la zona Eurospin e case attorno, come casa mia...». «E la merce che è in frigo è tutta da buttare», chiosa Carmelo, pure lui residente nel quartiere al confine con i comuni di Isola della Scala e Trevenzuolo. «C’erano sbalzi di corrente dentro il negozio», scrive, invece. la signora Simonetta. «Sono arrabbiato», ha detto un artigiano che ha il laboratorio proprio in quella zona. «Non ero a conoscenza che avrebbero tolto la corrente tutte quelle ore ed avevo un lavoro urgente da consegnare». Fa eco la commessa che lavora in un supermercato: «Quando l’erogazione di energia elettrica si abbassa o manca del tutto provoca infatti enormi disagi. Gelati sciolti, cibi avariati, fermi i pagamenti con il Pos, condizionatori e apparati elettrici che saltano per gli sbalzi di energia. Oltre, naturalmente, ai mancati guadagni dai clienti per chiusura forzata. •

V.L.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1