CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

07.01.2018

Sì alla bozza d’accordo per la rotatoria al Bivio

L’assessore Francesco Bonfaini
L’assessore Francesco Bonfaini

Nell’ultimo consiglio comunale sono stati ratificati all’unanimità l’accordo con la Provincia e la bozza d’accordo con Veneto Strade che porteranno alla definitiva realizzazione della rotatoria a nord della tangenziale in località Bivio. Questo provvedimento metterà in maggiore sicurezza quel tratto situato in cui la strada regionale (Sr) 249 Gardesana orientale nord incrocia la strada provinciale 27 di Mongabia. Un tratto molto pericoloso inizialmente, per l’immissione diretta in tangenziale di chi arrivava da Peschiera. L’inaugurazione, avvenuta nel 2003, con la giunta guidata da Fausto Sachetto, fu infatti funestata da sette incidenti nelle prime 48 ore e due mortali nelle prime settimane. La successiva modifica alla viabilità, con l’installazione dei semafori, risolse solo in parte i problemi dell’arteria che, soprattutto nei fine settimana della bella stagione, registra, picchi di traffico ragguardevoli. «L’intervento di messa in sicurezza della bretella», affermava Francesco Bonfaini, consigliere con delega ai lavori pubblici, illustrando la deliberazione, «prevede che il Comune s’accolli la progettazione esecutiva e l’acquisto delle aree necessarie all’intervento, finanziando completamente l’opera. Da parte di Veneto Strade ci sarà la realizzazione dei lavori fino al collaudo e la gestione delle utenze, dell’impianto d’illuminazione e del verde, una volta ultimata l’opera. La Provincia contribuirà con 250 mila euro, metà nella fase iniziale e metà a fine lavori». Una volta che il Comune avrà firmato l’accordo definitivo con Veneto strade potrà partire la procedura dell’appalto che avrà una base d’asta di 530 mila euro. Diciassette anni dopo la prima richiesta di realizzare una rotatoria nella parte finale della tangenziale a nord, effettuata nel 2001 in consiglio comunale dal consigliere di minoranza Stefano Bertoli e poi ripresa nel 2003, dopo gli incidenti mortali, con 1.200 firme raccolte e presentate al sindaco di allora, s’avvicina la parola fine. Manca ancora all’appello la rotatoria degli impianti sportivi, vicino al cavalcavia per Villafranca, che diventerà essenziale qualora venisse realizzato il nuovo polo scolastico. A.F.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1