CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

08.02.2018

Taglio del nastro all’Atelier creativo delle scuole primarie

L’Atelier creativo delle scuole Maculan di Pradelle è pronto. Il taglio del nastro del nuovo Fan Lab, cofinanziato da ministero dell’Istruzione (Miur) ed amministrazione comunale di Nogarole Rocca, è in programma sabato alle 11. All’inaugurazione parteciperà il dirigente scolastico dell’istituto comprensivo di Mozzecane, di cui fanno parte anche le scuole nogarolesi, Edoardo Citarelli, docenti, famiglie e rappresentanti dell’amministrazione. La struttura si è aggiudicata il finanziamento, partecipando nel 2016 al bando ministeriale Piano nazionale scuola digitale-Atelier Creativi, che puntava a sostenere l’innovazione multimediale delle scuole elementari. Dal Miur sono arrivati circa 15mila euro, cui si sono aggiunti altri 500 euro circa da parte del Comune, che ha anche coperto i costi di risistemazione dell’aula informatica. Il laboratorio ora è stato fornito di tablet per gli alunni, lavagna interattiva, fotocamere e postazioni su cui operare. Grazie al nuovo materiale i ragazzi potranno misurarsi in attività di manipolazione dell’immagine. Insegnanti e studenti verranno formati attraverso corsi tenuti dal responsabile Educational della ditta fornitrice, Nicolis informatica e servizi di Villafranca. Potranno poi iniziare a lavorare con i nuovi strumenti messi a disposizione, per svolgere attività multimediali, costruire giornalini, calendari, prodotti fotografici i anche fumetti interattivi. «Come amministrazione», afferma l’assessore al Sociale, Elisa Martini, «siamo soddisfatti del risultato. Crediamo, infatti, in una scuola che si apre alle nuove tecnologie come strumento per un ampliamento della proposta didattica». Il progetto, che è stato curato passo dopo passo, dall’insegnante Patrizia Dusi, responsabile multimediale della scuola, in collaborazione con la segreteria dell’istituto, coinvolge anche la Polisportiva Azzurra, la scuola secondaria di primo grado e la scuola dell’infanzia Augusto De Mori, creando così una sinergia e un lavoro in rete non solo fra scuole dell’obbligo, ma anche tra altre realtà del territorio ed agevolando la continuità didattica tra istituti che si fanno carico dell’istruzione dei bambini e ragazzi nelle diverse fasce d’età all’interno dello stesso Comune. • VA.ZA.

VA.ZA.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1