CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

05.12.2017

Il Sos cambia la sede operativa In arrivo la nuova ambulanza

La palazzina dell’Ulss 9 (ex ospedale) in cui sarà ospitato anche il Sos FOTO PECORAUn gruppo di volontari del Sos su un’ambulanza
La palazzina dell’Ulss 9 (ex ospedale) in cui sarà ospitato anche il Sos FOTO PECORAUn gruppo di volontari del Sos su un’ambulanza

Alessandro Foroni Il Sos Valeggio, l’associazione di pubblica assistenza attiva da trentun anni, cambierà tra qualche settimana la sede operativa e amplia il suo raggio d’azione nel territorio. Con una recente delibera di giunta il Comune ha infatti approvato lo schema di contratto di comodato stilato dall’Ulss 9 scaligera, assegnando al Sos e in subcomodato ad altre associazioni operanti in ambito socioassistenziale, alcuni spazi nella struttura di via Santa Maria Crocifissa di Rosa. L’accordo fa seguito a una richiesta presentata nell’ottobre 2016 dal sindaco, Angelo Tosoni, all’allora Ulss 22, proprio perché si assegnassero spazi al Sos, già convenzionato con la struttura sociosanitaria. Contemporaneamente il Comune chiedeva anche di disporre di spazi adeguati per una migliore conduzione del Progetto sollievo rivolto ai malati di Alzheimer e demenza senile. A distanza di un anno, il 25 ottobre scorso, il direttore generale dell’Ulss 9 deliberava l’accoglimento della proposta, approvando uno schema di contratto d’uso per nove anni, dietro la corresponsione di un rimborso di mille euro all’anno per spese e consumi, che toccheranno al Sos. L’accordo prevede anche la possibilità di concedere spazi in subcomodato che sono già stati resi disponibili per l’associazione Stefano Toffoli e Amarv (Associazione malati reumatici del Veneto). Ci sarà anche uno spazio non esclusivo che altre associazioni del settore sociosanitario potranno richiedere. «Per noi è un grande cambiamento», afferma il presidente del Sos, Thomas Zilio, «perché ci spostiamo da quella che rimarrà comunque la nostra sede legale e a cui siamo affezionati, acquisendo più possibilità di muoverci velocemente in varie direzioni, sia utilizzando la tangenziale che la provinciale. La sede attuale infatti è in centro storico e ha dei limiti legati al traffico, al ricovero delle attrezzature e degli automezzi, che dopo disporranno di un garage». Intanto il Sos si prepara per venerdì in piazza Carlo Alberto a inaugurare una nuova ambulanza che andrà a sostituirne un’altra giunta a fine corsa. «La normativa», sostiene il presidente, «impone un chilometraggio limite, superato il quale l’ambulanza non può più svolgere servizi. Per questo abbiamo lanciato la raccolta di fondi e noi stessi come associazione abbiamo contribuito al nuovo acquisto. Venerdì festeggeremo con tutti i cittadini». Intanto si rafforza, sulla traccia di quanto previsto dal codice del terzo settore, la tendenza a fare rete che ha visto crescere negli ultimi mesi la realtà di Universo (Unione veronese soccorso), il cui presidente è il valeggiano Cesare Menini, ex presidente del Sos e ex assessore comunale. Di Universo, che inizialmente coinvolgeva, oltre al Sos Valeggio, anche il Polo Emergency di Villafranca, il Sos di Sona, la Croce Blu di San Marino e l’Als di Colognola ai Colli, ora entrerà a far parte anche l’associazione Stefano Toffoli. L’aggregazione in Universo comporta anche l’assimilazione delle componenti e delle procedure, da parte di tutte le persone coinvolte, dagli autisti ai sanitari. L’ampliamento della sfera d’azione del Sos e il fatto che il punto di riferimento centrale per il territorio è il Polo emergency di Villafranca, ha intanto di fatto modificato quello che era uno degli scopi alla base della creazione del Sos. L’associazione era infatti nata, dopo la chiusura del nosocomio locale e alcuni casi di ritardi nel soccorso che fecero scalpore, per dare risposte celeri all’emergenza. «Ora può accadere», ammette Zilio, «che in alcuni momenti le quattro ambulanze siano tutte impegnate altrove, ma in prospettiva vorrei che almeno un’ambulanza stazionasse in loco». Lo suggeriscono anche le dimensioni del Comune, uno dei più estesi della provincia. •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1