CHIUDI
CHIUDI

17.01.2019

Bocciata la proposta di dare un contributo alle aree flagellate

La maggioranza boccia la mozione di Lega e Progetto Comune sugli aiuti alle zone colpite dal maltempo che ha investito il Veneto, in particolare le province di Vicenza, Treviso e soprattutto Belluno, tra la fine di ottobre e i primi di novembre. I consiglieri Flavio Bonometti, Nicolò Ferrari, Edgardo Pesce, Gaspare Di Stefano e Antonella Tortella avevano chiesto che il Comune si impegnasse a sostenere le popolazioni di quelle zone e avevano auspicato che la solidarietà si concretizzasse anche in un contributo economico: avevano infatti invitato l’amministrazione «ad erogare con la massima urgenza un contributo straordinario a sostegno dell’attività di ricostruzione e messa in sicurezza del territorio colpito dall’evento calamitoso». La mozione è arrivata sui banchi del consiglio comunale, ma è stata approvata solo dai consiglieri che l’avevano presentata. La maggioranza ritiene infatti che occorra innanzitutto investire sulla prevenzione e sull’educazione alla sostenibilità ambientale: «Come possiamo non essere solidali in una situazione di emergenza? Lo siamo», ha detto l’assessore all’ambiente Gianfranco Dalla Valentina, «ma dobbiamo pensare alle motivazioni vere che generano questi eventi atmosferici estremi, che sono legati a cambiamenti climatici di cui tutti noi siamo responsabili con i nostri atteggiamenti quotidiani». Dalla Valentina ha quindi proposto di rivedere la mozione nella prospettiva di favorire la formazione, la prevenzione e la forestazione nel territorio locale. Ci sono state diverse repliche, tra le quali l’intervento di Pesce, uno dei firmatari della mozione. Quindi, Lega e Progetto Comune hanno votato a favore, mentre la maggioranza ha votato contro. Unico astenuto il consigliere di minoranza Maurizio Moletta (Noi per Sona e Testa e cuore per Sona), che ha affermato: «Vorrei che facessimo di più per tutta l’Italia, ma siamo una piccola realtà e dobbiamo cercare di venire incontro alle esigenze del nostro territorio». •

Federica Valbusa
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1