CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

26.01.2018

Quel clima inedito di gelo e arsura che minaccia le viti

Gelate primaverili e poi un’estate bollente e siccitosa. Le colture hanno subito un’annata climatica anomala nel 2017 riaprendo il tema sul quale Confagricoltura, con l’università di Verona e l’istituto di ricerca Crea-Vit, rifletterà oggi al convegno «Il mutamento climatico nella coltivazione della vite». L’appuntamento è alle 10, all’hotel Saccardi, in via Ferrari 8, a Caselle di Sommacampagna. Confagricoltura rileva che il cambiamento del clima negli ultimi anni stia mettendo a dura prova l’agricoltura veronese, con danni sia quantitativi che qualitativi. La scorsa annata, in particolare, ha colpito pesantemente anche le viti con perdite della produzione del 20-30 per cento. «È una situazione che non è più occasionale ma sta diventando una costante, obbligando gli agricoltori a un ripensamento degli impianti vitivinicoli nei prossimi anni», spiega Confagricoltura. Il convegno sarà introdotto da Antonio Boschetti, direttore della rivista L’informatore Agrario. Mario Pezzotti, vicerettore dell’università parlerà di ricerca genetica sulla vite, resistenza ai patogeni e alle avversità climatiche, illustrando anche l’accordo «Viticoltura 4.0» sottoscritto tra quattro università e tre poli di ricerca del Nordest per condurre un progetto di ricerca mirato a trovare prototipi di vite resistenti a parassiti e cambiamenti climatici. Federica Gaiotti, ricercatrice del Crea-Vit di Conegliano, parlerà degli aspetti agronomici per ridurre gli stress ambientali e climatici sulla vite. Concluderà Paolo Ferrarese, presidente di Confagricoltura Verona che anticipa: «La viticoltura qui ha una tradizione antica che ha seguito le mutazioni climatiche avvenute ciclicamente. Oggi occorre fa fronte a eventi atmosferici indesiderati, estremi e inediti: le gelate tardive seguite da una mancanza di precipitazioni del 2017 ce lo ricordano. La genomica e l’agronomia con le nuove tecniche colturali possono fare molto. La tradizione deve sposare l’innovazione». • M.V.A.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1