CHIUDI
CHIUDI

20.01.2019

Prove di dialogo nel centro destra Il modello Scalzotto per le elezioni

Prove di dialogo nel centro destra a Sommacampagna, per definire lo schieramento da opporre alle prossime elezioni amministrative al centrosinistra, oggi in maggioranza. I gruppi locali della Lega, di Fratelli d’Italia, Insieme per Sommacampagna e l’associazione «L’Officina» si sono incontrati. «Ci siamo scambiati opinioni e abbiamo discusso sull’appuntamento elettorale con i responsabili provinciali e il consigliere regionale Stefano Casali di Verona Domani», spiega in una nota il coordinatore di Fratelli d’Italia, Matteo Bosetto. «Si sono riuniti i gruppi che hanno sostenuto la candidatura vincente di Manuel Scalzotto come presidente della Provincia e ora stanno lavorando alla formazione di una squadra che possa aggiudicarsi la possibilità di amministrare Sommacampagna nei prossimi anni». I gruppi hanno discusso delle problematiche di Sommacampagna e di progetti, ma per adesso non si fanno nomi sul possibile candidato sindaco. Tra le ipotesi, però, c’è chi guarda alla consigliera comunale della Lega Albertina Bighelli. Unica rappresentante del Carroccio in consiglio, Bighelli oggi siede in minoranza, ma è stata assessore nella precedente amministrazione Soardi e in questo momento ricopre diversi ruoli per il partito: è consigliera provinciale delegata all’ambiente e alle pari opportunità ed è commissaria del circolo della Lega di Villafranca, da tempo senza segretario dopo la deposizione di Cesare Festa. Albertina Bighelli era presente anche alla cena, tenutasi di recente a Rizza, con i vertici nazionali, regionali e provinciali della Lega e con gli amministratori villafranchesi del Carroccio: gli assessori Luca Zamperini e Annalisa Tiberio e i sei consiglieri comunali. Con loro c’era anche il sindaco Roberto Dall’Oca. «Questo incontro a sei mesi dallo svolgimento delle elezioni di Villafranca», spiega Bighelli, «voleva essere il punto di partenza perché la sezione villafranchese possa rapportarsi con chi rappresenta il movimento a ogni livello. E per dire che la Lega villafranchese c’è, si è ritrovata e sta lavorando». Bighelli è ormai una figura di riferimento del comprensorio. E questo potrebbe essere un motivo per aspirare alla poltrona di sindaco di Sommacampagna. Ma per ora, come è prassi in politica, nega una sua candidatura. «Per ora vogliamo lavorare allo schieramento che è quello che ha sostenuto Scalzotto. Prima troviamo un accordo di coalizione e poi si cercherà il candidato. Di certo vogliamo vincere». Ma se glielo chiedessero? «Se la Lega me lo chiede accetto. Ma si deve scegliere una figura che vada bene a tutti e io non credo di esserlo. Vedremo, certo è bello fare il sindaco del proprio paese, anche se complicato». •

M.V.A.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1