CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

28.02.2018

Il teatro parla di sicurezza stradale sia alle famiglie che agli studenti

La riflessione sulla sicurezza stradale a teatro, con «Mi aspettavo che…», atto unico di Anna Rapisarda, regia di Enzo Rapisarda. L’appuntamento è oggi, alle 20.30, nell’auditorium parrocchiale di Lugagnano, organizzato dal Comune di Sona con l’associazione Verona Strada Sicura, composta da persone di istituzioni e comparti di sicurezza e soccorso, oltre che da familiari di vittime della strada. Fra le famiglie impegnate nel sensibilizzare sulla sicurezza stradale, ci sono anche quelle di Tobia, Martina, Valeria, Nicole e Levi, i 5 giovani morti nell’incidente del 29 giugno 2005, a Caselle di Sommacampagna. Dopo quasi 13 anni da quella tragedia, Lugagnano porta sempre vivo il ricordo delle sue «cinque stelle». La piece, in scena all’auditorium parrocchiale, usa un linguaggio emotivo per mettere in luce esperienze e sentimenti delle persone coinvolte in incidenti. Testimonierà anche Roberto Zecchinato, atleta disabile della GSC di Pescantina. «Alla serata», dice l’assessore alla Scuola, Antonella Dal Forno, «ci sono anche i ragazzi delle scuole secondarie e le loro famiglie perché condividiamo finalità e impegno dei familiari dei 5 giovani: si spendono molto per sensibilizzare i ragazzi sulla sicurezza stradale. Con questo evento e con i progetti per le scuole con la Polizia di Stato e la Borsa di studio per non dimenticare e crescere insieme, intendiamo educare i ragazzi - e tramite loro anche gli adulti - a rispettare il Codice della Strada e diventare responsabili della propria e altrui sicurezza». •

F.V.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1