CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

07.10.2017

È morta l’ultima dei Melloni
La dinastia contava dodici figli

La famiglia Melloni al gran completo in una foto d’epoca
La famiglia Melloni al gran completo in una foto d’epoca

Con la morte di Maria Melloni, vedova Vicentini, si chiude il cerchio sui 12 fratelli della dinastia dei Melloni. Maria, classe 1924 è morta giovedì, a 38 anni dalla morte del primo dei 12 fratelli, la sorella Cecilia e nel giorno dei 100 anni dalla nascita della sorella Teresa detta Nina, con la quale ha vissuto per oltre mezzo secolo in corte Tezze a Caselle. Com’è spesso accaduto i fratelli Melloni se ne sono andati in coppia: l’ultima fu Rita lo scorso 2 giugno. Così, come in un triste refrain, va in archivio la storia di questa famiglia, patriarcale come quelle di una volta che ormai sono solo un ricordo. I 12 fratelli Melloni erano discendenti da Giuseppe Melloni, nato a Caprino il 5 agosto 1886 e morto nel 1956, e da Luigia Zerpelloni, nata a Pastrengo il 28 aprile 1891 e morta nel 1974. I due patriarchi a 40 anni erano già nonni e, nemmeno settantenni, bisnonni. Come Giacobbe, la coppia ebbe dodici figli (sei maschi e sei femmine, più una bambina nata morta) e nel frattempo si stabilì in località Coramar, sotto l’altura della Madonna del Monte diventando indirettamente la guardiana del santuario. I dodici figli sono stati: Adele del 1909, Cecilia del 1911, Ercole del 1912, Mario del 1914, Teresa del 1917, Angela del 1919 nata morta; Giovanni del 1920; Angelo del 1922; Maria, appunto, del 1924; Angela del 1926; Giuseppe del 1928; Rita (deceduta lo scorso 2 giugno) del 1930; Luigi del 1934.

L’appuntamento per il saluto a Maria, l’ultimo dei 12 fratelli e sorelle Melloni, è nella chiesa parrocchiale di Caselle, oggi alle 10.

Lorenzo Quaini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1