CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

20.12.2017

Pacco di eternit in strada «È pericoloso e va rimosso»

Il pacco di lastre in Eternit in via Lago di Bolsena FOTO PECORA
Il pacco di lastre in Eternit in via Lago di Bolsena FOTO PECORA

Un pacco di eternit abbandonato da qualche incivile più di due anni fa sta diventando un possibile problema di salute pubblica. Accade in via Lago di Bolsena, traversa di via Bovolino, vicino alla località Bovo. In un parcheggio lungo la strada, vicino ad abitazioni e a un allevamento, c’è una catasta di lastre fatte con l’eternit, un tempo usato in edilizia e da anni vietato perché contiene un elemento cancerogeno: l’amianto. Una catasta alta almeno un metro e lunga un paio che al tempo in cui era stata lasciata lì era impacchettata con del cellophane nero. L’involucro ha iniziato ad aprirsi e lacerarsi. Poi, è iniziato anche un processo di deterioramento delle lastre, che nei bordi esterni si stanno lentamente frantumando. È una situazione potenzialmente pericolosa, visto che i filamenti di amianto che l’eternit contiene, se inalati, possono essere fonti di gravi malattie, come il tumore del polmone e l’asbestosi. «La presenza di questo materiale l’avevo segnalata già un paio d’anni fa all’allora sindaco Aldo Muraro, ma mi era stato detto che non c’erano soldi per procedere allo smaltimento», racconta il consigliere di opposizione Renzo Giacopuzzi della Lega. «Visto che nel frattempo la situazione è peggiorata, tanto che ci sono pericoli per la salute, sono tornato a sollevare il problema, segnalandolo all’ufficio tecnico comunale. I tecnici mi hanno risposto che faranno fare un preventivo per valutare il costo per la rimozionee, ma io ritengo che, indipendentemente dalle cifre, questa sia un’operazione prioritaria». «Non sapevo nulla», commentava ieri l’assessore alla Gestione del territorio Luca Zonin. «Sentirò gli uffici. Va programmato l’intervento per mettere in sicurezza l’area», ha precisato. • LU.FI.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1