CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

02.02.2018

Parchimetri senza energia Non si paga la sosta auto

Il parchimetro in piazza a Isola della Scala fuori servizio per le batterie scariche FOTO PECORA
Il parchimetro in piazza a Isola della Scala fuori servizio per le batterie scariche FOTO PECORA

Mariella Falduto Parcheggiare gratis in piazza e nelle vie del centro è un sogno di tanti automobilisti, soprattutto di quelli più frettolosi o solo pigri, che è diventato realtà in questi giorni per un disguido: i parchimetri non funzionano perché le batterie sono scariche. Su quello di piazza Martiri della Libertà ieri era scritto: «Fuori servizio, rivolgersi a quello più vicino», mentre quello più vicino in via Cesare Battisti era spento. In mancanza di segnalazioni, gli automobilisti più disciplinati che chiedevano al vigile di servizio in piazza cosa dovevano fare o quale fossero i parchimetri più vicini, scoprivano che anche quelli non funzionavano per cui non restava loro altro da fare che rimettere in tasca le monete preparate e lasciare l’auto in sosta negli stalli blu gratis. A quanto è dato sapere, le batterie andrebbero periodicamente sostituite soprattutto d’inverno, quando il sole non si vede e il piccolo pannello solare collocato sopra la colonnina non riesce a ricaricarle, come succede invece d’estate. L’assessore Lidia Perbellini, delegato alla Polizia municipale, spiega: «Stiamo predisponendo per il cambio delle batterie. Nel frattempo disporrò di mettere un avviso sul parchimetro per informare che sarà necessario esporre il disco orario. Poi provvederemo a ristudiare i parcheggi». La sosta a pagamento è stata introdotta nel 2008 nel centro del paese, piazza Martiri della Libertà e vie limitrofe, ufficialmente per mettere un freno al parcheggio selvaggio (invece secondo l’opposizione di allora per «far cassa»); inizialmente la sosta a pagamento riguardava tutta la piazza, poi fu ridotta solo ai lati, in mezzo è ancora in vigore la sosta libera per un’ora. Il risultato iniziale ottenuto di liberare la piazza dalle auto non durò a lungo e oggi il problema del parcheggio selvaggio non sembra ancora risolto. I parchimetri erano stati gestiti per i primi due anni da un ditta privata e dal 2010 direttamente dal Comune; parcheggiare negli stalli blu è gratuito per i primi dieci minuti, poi costa 50 centesimi per la prima ora e un euro per le successive. Salvo i casi eccezionali come il problema del funzionamento dei parchimetri, la cui soluzione non è legata sono alle batterie. Dice infatti il sindaco Stefano Canazza: «Tutto il problema parcheggi, uno dei tanti da risolvere già rappresentati nelle assemblee, è in fase di studio, è prevista anche un’analisi delle metodologie di parcheggio, per valutare se confermare i parchimetri o tornare al disco orario. Inoltre andranno riconsiderati i parcheggi di piazza Martiri, le strumentazioni sono obsolete e la sostituzione comporta una valutazione della spesa. Nel frattempo ritengo che gli uffici incaricati della sostituzione delle batterie non debbano aspettare le sollecitazioni del sindaco e degli amministratori. Amministrare significa dare linee guida e indicazioni, un’organizzazione adeguatamente strutturata consente di evitare disagi come quello in questione». •

Mariella Falduto
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1