CHIUDI
CHIUDI

12.01.2019

Ladri bucano il muro per entrare alle Poste

Si lavora per ripristinare i danni all’ufficio postaleUn altro operaio ripara il buco nel muro nella sala civica, usato per entrare alle Poste FOTO PECORA
Si lavora per ripristinare i danni all’ufficio postaleUn altro operaio ripara il buco nel muro nella sala civica, usato per entrare alle Poste FOTO PECORA

Doppio tentativo di furto nella frazione isolana di Pellegrina. Nella notte fra mercoledì e giovedì alcuni malviventi hanno provato ad introdursi nella sede delle Poste ed anche nella scuola materna San Domenico Savio. Entrambi i colpi però sono andati male, ma i ladri hanno lasciato una scia di danni alle loro spalle. I più ingenti proprio alle Poste. Lì hanno prima forzato l’entrata della attigua sala civica della frazione e quindi, probabilmente con delle mazze, hanno praticato un foro per potersi introdurre nel locale. Durante l’operazione di smantellamento della muratura, tuttavia, è stata intaccata una tubatura dell’acqua e i locali delle poste in breve tempo si sono allagati. Una volta varcato l’ingresso è scattata l’allarme e dunque è arrivata automaticamente la chiamata agli agenti della caserma dei carabinieri di Villafranca che stanno svolgendo le indagini. Si tratta solo di un tentativo di furto, perché la sirena ha in breve tempo messo in fuga i ladri che non hanno avuto il tempo di avvicinarsi alla stanza dove si trova la cassaforte. Le indagini sono coordinate dal capitano della Compagnia di Villafranca, Ottavia Mossenta. Non si registra nessun ammanco, fanno sapere dalla filiale di Pellegrina, perché i sistemi di sicurezza hanno retto bene. Sul luogo non sono stati ritrovati gli oggetti con cui è stato praticato il foro. E, proprio a causa dell’acqua che ha allagato le stanze dell’edificio, a terra non ci sono nemmeno le impronte lasciate dai malviventi. Altri rilievi, nella giornata di giovedì, sono comunque stati svolti dalla compagnia dei carabinieri di Villafranca. Il tentativo di furto ha costretto però il direttore della filiale a lavorare in maniera ridotta. Per ripristinare i danni strutturali della muratura, ma soprattutto delle condutture, per la giornata di ieri, e per tutta quella di oggi, gli sportelli saranno operativi solamente per ritirare pacchi e raccomandate. Da lunedì, invece, verrà attivato alle Poste di Isola della Scala uno sportello dedicato fino alla conclusione dei lavori. Nella stessa notte, poi, un altro tentativo andato male si è verificato a pochi metri di distanza. Difficile però dire se si tratti degli stessi soggetti. Ad essere presa di mira è stata la scuola dell’infanzia della frazione San Domenico Savio. Qui i ladri hanno forzato gli infissi di una finestra e si sono introdotti nella cucina della scuola. Ma più in là non sono riusciti ad andare, forse fermati da una porta tagliafuoco che non sono riusciti a oltrepassare. Ad accorgersene è stata una maestra poco prima delle otto del mattino di giovedì. Entrata nell’edificio ha subito avvertito la bassa temperatura presente all’interno dell’immobile, prima di accorgersi che la finestra era aperta. Nessun furto dunque, anche qui solo danni. «Dopo quello che è successo qualche tempo fa abbiamo deciso di non tenere più niente dentro alla scuola. Qui a Pellegrina i furti aumentano sempre di più», spiega il direttore della San Domenico, Guido Pasqualini. La scuola, infatti, solo sei mesi fa, era già stata presa d’assalto dai ladri. In quell’occasione era stato sottratto un bottino di circa mille euro, senza contare i danni. All’appello mancavano: un amplificatore, microfoni e la televisione che doveva essere il primo premio per la lotteria di fine anno. •

Nicolò Vincenzi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1