CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

15.04.2018

Incendio alla Sev
Allarme nei comuni
e partite rinviate

Anche i sindaci di Sommacampagna, Bussolengo e Isola della Scala raccomandano di tenere chiuse le finestre in via precauzionale, a causa dell'incendio alla Sev di Povegliano. Mentre il Comune di Verona ha fatto sapere che non c'è allarme in città, dove l'odore comunque si sente distintamente.

Rinviate diverse partite di calcio dilettanti che erano previste nel pomeriggio. A partire dalla locale Povegliano - Cadidavid di Promozione (il recupero del match è previsto per mercoledì 18 aprile), e anche Villafranca - Bardolino di Eccellenza, Mozzecane - Olimpica Dossobuono di Prima categoria, Castel d'Azzano - Gabetti Valeggio e Alpo club 98 - Nuova Cometa S. Maria di Seconda categoria, Pizzoletta - Fortitudo Verona Hst di Terza Categoria.

 

I vigili del fuoco sono impegnati a domare le fiamme a Povegliano, in  via Amos Zanibelli. Una colonna di fumo nero sale dalla zona tanto che segnalazioni e immagini arrivano persino da alcune abitazioni delle Torricelle.  L'incendio è scoppiato intorno alle 8.15 in un capannone in zona industriale di Madonna dell'Uva secca nella ditta Sev Srl che si occupa della gestione di rifiuti. Sul posto, oltre ai pompieri, anche i carabinieri di Villafranca per comprendere cosa stia effettivamente bruciando e cosa abbia innescato l'incendio. Le operazioni risultano piuttosto complesse e rischiose e ci vorrà probabilmente tutto il giorno per completare lo spegnimento del rogo. Sul posto anche i tecnici di Arpav per i rilevamenti sulla pericolosità dell'aria. 

 

Intanto segnalazioni sull'odore acre causato dall'incendio si registrano un po' ovunque: non solo nei comuni limitrofi al luogo del rogo, ma anche a Verona Sud, in centro storico e persino in Borgo Venezia.

 

Il sindaco di Povegliano, Lucio Buzzi, invita la popolazione a «tenere finestre chiuse e stare in casa» e ha fatto un'ordinanza con la quale sospende, in via precauzionale, tutte le partite di calcio sul suo territorio. Buzzi ha inoltre allertato i  Comuni di Villafranca, Vigasio e Nogarole Rocca chiedendo di fare altrettanto e a tenere monitorata la situazione.

 

Al momento Arpav non ha rilasciato alcuna dichiarazione né allarme. «L'Arpav sta facendo tutte le verifiche», precisa l'assessore all'Ambiente, Pietro Guadagnini, «ma la situazione si sta facendo pesante, per questo abbiamo ritenuto opportuno avvisare tutti i Comuni limitrofi in via precauzionale».

 

Intanto anche il sindaco di Villafranca ha lanciato l'avviso sui social e per le vie ufficiali invitando la popolazione a restare a casa e a «chiudere finestre e impianti di condizionamento e vieta di mangiare verdure e ortaggi raccolti negli orti in data odierna». Anche i 300 bambini, lupetti e lupette scout Agesci della zona Verona Custoza, impegnati oggi al castello di Villafranca per la caccia di primavera, sono stati spostati all'interno nei locali della parrocchia di Madonna del Popolo e sono stati poi prelevati dai genitori in anticipo.

 

Nicolò Vincenzi, Manuela Trevisani e Maria Vittoria Adami
Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1