CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

08.12.2017

Risparmio energetico, via ai lavori alle Alighieri

Le elementari Dante Alighieri
Le elementari Dante Alighieri

Giorgio Guzzetti È arrivata, da parte della società Gse, Gestore servizi energetici, la notizia del contributo di oltre 300 mila euro per la riqualificazione energetica della scuola Dante Alighieri. Gse è società controllata interamente dal ministero dell’Economia, che opera nel settore energetico con lo scopo di gestire gli incentivi economici per il risparmio energetico. A questa società l’ amministrazione il 2 marzo aveva presentato domanda per ottenere gli incentivi previsti per i lavori di riqualificazione della scuola Alighieri, che comportano una spesa complessiva di 635 mila euro. I lavori avrebbero completato la ristrutturazione dell’ edificio iniziata cinque anni fa col rifacimento dell’ impianto elettrico e continuati l’estate scorsa con quelli di adeguamento antisismico della scuola e dell’attiguo palazzetto dello sport. Ora è tempo di ripartire con l’ ultimo intervento, garantito dal contributo di 301.144,10 euro che si aggiunge alla somma di 335mila già accantonata e destinata dall’amministrazione comunale per questo scopo. «I lavori previsti», spiega l’assessore ai lavori pubblici Federico Piazzi, «comportano la sostituzione degli infissi, la realizzazione di un cappotto termico, l’isolamento del tetto e un impianto di climatizzazione invernale che ci consentirà di passare dall’attuale classe energetica G alla B, in linea con il Paes, Patto europeo dei sindaci, firmato anche da Castel d’Azzano che prevede l’impegno di riduzione delle emissioni di CO2 entro il 2020». «È stato un percorso impegnativo», conclude il sindaco Antonello Panuccio, «ma eravamo in contatto con Roma e finalmente è arrivato questo importante contributo, che ci permette di proseguire le migliorie sulla scuola che, a causa delle scarse prestazioni attuali, aveva proprio bisogno di un intervento massiccio di riqualificazione. Avremo ambienti più confortevoli per i nostri alunni insieme a un risparmio sui costi di riscaldamento per almeno 20 mila euro all’anno». «Ora», dice Panuccio, «bisogna rispettare i tempi, pena la decadenza: entro 180 giorni la gara per l’assegnazione dei lavori, entro 240 l’inizio lavori ed entro 18 mesi la conclusione. Ma noi abbiamo già tutti i progetti e gli elaborati pronti; vogliamo iniziare i lavori in estate e concluderli il più presto possibile nelle parti interne, in modo da garantire l’inizio regolare del prossimo anno scolastico». •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1