CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

08.03.2018

Incontro con Neerman che sfuggì ai nazisti

Domani alle 20,30 nel salone Monsignor Leonardi del centro parrocchiale di Azzano, incontro-intervista con Ferruccio Neerman, protagonista del libro Infanzia rubata, storia di un bambino ebreo e della sua famiglia in cerca di salvezza tra Venezia e Asiago. L’autore sarà intervistato da Luca Tomezzoli e Aldo Ridolfi. La serata è organizzata dal Circolo noi casa mia di Azzano in collaborazione con il gruppo alpini e con il patrocinio del Comune. «Neerman, il novantenne protagonista», spiega Paolo Signori tra i promotori dell’iniziativa, «racconterà la sua storia, quando la sua famiglia ebrea, per evitare il rastrellamento e la deportazione nei campi di concentramento tedesco, dovette fuggire da Venezia e a piedi giungere sull’altopiano di Asiago dove in una malga hanno trascorso l’intero inverno tra freddo, fame e paura, protetti da molti, ricercati da pochi per essere spediti in Germania. È uno spaccato della nostra storia recente, resa viva da chi l’ha vissuta da bambino, non l’ha più dimenticata e vuole tramandarne memoria alle nuove degenerazioni perché non si ripeta ancora». Il racconto dell’anziano testimone sarà arricchito da diapositive, filmati e dalle domande degli intervistatori e del pubblico; sarà pure possibile acquistare il libro. Il ricavato in beneficenza. •

G.G.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1