CHIUDI
CHIUDI

13.12.2018

Grande Guerra, i racconti della quotidianità locale

Domani sera alle 20,30 nella sala polifunzionale Santa Maria Annunciata in piazza Pertini, Alfonsino Dolci in collaborazione con il gruppo Alpini e l’associazione Combattenti e reduci presenta: «La guerra vissuta nella quotidianità: Alpo e il suo intorno si intersecano con la collettività di Castel d’Azzano»; relatori Nedda Lonardi Sterzi autrice del libro «… E venne la Grande Guerra. Storia e sacrificio della gente di Alpo» e il generale Roberto Rossini. «La Grande guerra», spiega Dolci, «torna protagonista nella nostra sala polifunzionale con un taglio particolare dato dal libro della Lonardi; l’attenzione infatti non sarà tanto sulle battaglie che l’hanno caratterizzata, ma sulla vita delle persone che vi hanno partecipato direttamente e indirettamente: i soldati e chi è rimasto a casa, ma sempre immerso nella guerra; basti pensare al ruolo delle donne che si sono dovute caricare del lavoro dei campi; soldati e civili hanno in comune sacrificio sofferenza e fame. Lo sguardo dell’autrice inoltre si sofferma non solo su Alpo, ma sul territorio circostante spinto anche dal fatto che i nomi sul monumento ai caduti ad Alpo comprendono pure anche residenti a Rizza e ad Azzano. È una memoria che si rinnova ed arricchisce di documenti nuovi». Gli interventi dei relatori saranno intervallati dai canti d’epoca del coro La castellana, diretto dal maestro Claudio Tubini.

G.G.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1