CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

13.08.2017

Vacanze ai Tropici
Consigli per la salute

Il primario del Centro per le Malattie tropicali, Zeno Bisoffi
Il primario del Centro per le Malattie tropicali, Zeno Bisoffi

Estate, tempo di viaggi ma anche consigli per chi va in vacanza in località esotiche: in viaggio in capo al mondo, ma facendo attenzione alla salute. Soprattutto in caso di vacanze in un Paese tropicale e sub-tropicale. Profilassi da seguire, farmaci da mettere in valigia, particolari a cui fare attenzione durante il soggiorno: il Centro per le Malattie tropicali dell’ospedale Sacro Cuore Don Calabria di Negrar ha diffuso pochi giorni fa una nota per i viaggiatori in cui dispensa consigli utili a vivere in salute le mete più belle del mondo.

Anzitutto, consiglia di rivolgersi, una volta fissata la data di partenza e la destinazione, a un ambulatorio di medicina dei viaggi. Quello di Negrar svolge oltre un migliaio di consulenze all’anno. L’intero reparto, invece, diretto dal primario Zeno Bisoffi, è centro di riferimento in Veneto per le patologie d’importazione dall’estero.

«La consulenza deve essere individuale e dal vivo», si legge ancora nella nota. «Mai accontentarsi di un colloquio telefonico, perché l’obiettivo è “disegnare” una mappa del rischio per la salute del viaggiatore in base alla quale eventualmente proporre atti medici preventivi».

In pratica, una volta spiegato allo specialista dove si andrà, quanto durerà il viaggio e di quali malattie si soffre, la consulenza prevede la somministrazione di vaccini soltanto se necessario.

In alcuni Paesi rimane obbligatorio il vaccino per la febbre gialla e la meningite da meningococco, fanno sapere dal Centro ospedaliero di Negrar, ma con la vacanza si potrebbe cogliere l’occasione per rinnovare vaccini di routine come quello contro il tetano.

E NEI PAESI dove la malaria è endemica? «La consulenza è utile per capire se è necessaria la profilassi antimalarica, in base alle zone visitate e alla stagione», prosegue la nota. È bene sapere che nei Paesi tropicali bisogna proteggersi in ogni modo (con vestiario coprente, spray repellenti eccetera) dalle punture di zanzare. Attenzione poi all’alimentazione per evitare guai all’apparato gastro intestinale: bere acqua contenuta solo in bottiglie sigillate, evitare il ghiaccio, mangiare verdura solo se cotta e frutta da sbucciare. Farmaci da portare in viaggio: un antidiarroico, un antibiotico in caso di problemi intestinali che perseverano e con febbre sopra i 38 gradi, un antipiretico, un antinfiammatorio, una pomata antibiotica per piccole ferite sulla pelle, creme solari e repellenti per gli insetti. Godersi il viaggio, in ogni caso.

E se al rientro, anche dopo settimane, si avvertono disturbi o febbre, fare tappa in un punto specializzato in malattie tropicali e infettive. Per tutti i dettagli è consultabile il sito del Centro per le Malattie tropicali dell’ospedale Sacro Cuore Don Calabria all’indirizzo www.tropicalmed.eu.

Camilla Madinelli
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1